Aston Martin V8 - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Aston Martin V8

2005: presentazione della nuova generazione dell’Aston Martin V8

Dalla fine degli anni Quaranta il nome Aston Martin è sinonimo di coupé e cabriolet inglesi di lusso che, come la serie italiana Gran Turismo, combinano insieme comfort e sportività. Con la serie Aston Martin DB, la casa britannica ha creato un classico del segmento delle auto sportive, e le prime generazioni dell’Aston Martin DB sono oggi le “Classic Cars” più ricercate dagli appassionati di auto inglesi. L’Aston Martin si è divertita a fabbricare per quasi vent’anni queste auto sei cilindri dalla bellezza intramontabile in serie molto piccole e con un minuzioso lavoro manuale. Soltanto nel 1967 il programma di assortimento è stato ampliato con veicoli dotati di un motore V8 più potente, lanciati sul mercato come Aston Martin DBS. Cinque anni più tardi questa serie è stata ribattezzata con il nome di Aston Martin V8, ed è stata prodotta fino al 1989 in cinque serie come unico modello della casa produttrice di sportive nelle due varianti di carrozzeria coupé e auto cabrio. Dopo che con il modello successore Aston Martin Virage è stato innanzitutto proposto un nuovo nome per il tipo, nel 1996 la casa britannica ha riproposto il nome tradizionale V8, che si è mantenuto fino al 2000. Successivamente la politica dei modelli è stata dominata innanzitutto dai veicoli di grosso formato Aston Martin V12 Vanquish e Aston Martin DB9, dotati entrambi di motori V12. Soltanto nel 2005 la casa britannica ha riproposto un otto cilindri con l’Aston Martin V8 Vantage.


Modelli storici Aston Martin V8

I modelli storici Aston Martin V8 sono stati prodotti dal 1972 al 1989 in cinque serie nelle versioni coupé e cabriolet. La prima generazione era dotata del motore da 5,3 litri noto dall’Aston Martin DBS, che sviluppava una potenza fino a 235 kW (320 CV). A metà anni Settanta la potenza del motore è stata leggermente ridotta per adattare la macchina sportiva alle norme sui gas di scarico di nuova introduzione. I modelli successivi dell’Aston Martin V8 sono pertanto stati dotati di propulsori da 215 kW (292 CV). Negli anni Novanta con l’Aston Martin V8 Vantage era disponibile un coupé decisamente più potente, dotato di sovralimentazione a turbocompressore e in grado di sviluppare 410 kW (550 CV) e di raggiungere quindi una velocità massima di oltre 300 km/h.


Aston Martin V8 Vantage: nuovo modello base dal 2005

La riedizione del 2005 dell’Aston Martin V8 Vantage in versione coupé diventerà il nuovo modello iniziale del marchio, cui due anni più tardi si aggiungerà una versione roadster dell’Aston Martin V8. Queste auto sportive due posti con châssis in alluminio dal peso ridotto riprendono il design dell’Aston Martin DB 9, tuttavia con una carrozzeria di 4,38 metri, ovvero più corta, come si poteva notare soprattutto dalla coda poco sporgente. Anche il motore V8 di nuova costruzione non aveva più nulla in comune con l’accuratissima Vantage della prima generazione. Il nuovo propulsore, che si è visto ridurre la cilindrata a 4,3 litri, e sviluppava una potenza di 283 kW (385 CV), portando quindi l’Aston Martin V8 a una velocità massima di 280 km/h dopo aver compiuto lo sprint da 0 a 100 km/h in 5,0 secondi. Queste auto sportive sono state dotate di serie di cambio manuale a sei marce, mentre l’equipaggiamento optional proponeva in alternativa anche un cambio automatico sportivo a sei marce, su cui si potevano selezionare le modalità “sport”.


Trova su AutoScout24 i prezzi di un’auto auto V8 usata o scopri gli annunci di Aston Martin usate.

Recensioni dei veicoli Aston Martin V8

1 Recensioni

4,0