Passa al contenuto principale
Causa lavori di manutenzione attualmente la disponibilità di AutoScout24 è limitata. Questo riguarda in particolare funzioni quali i canali di contatto con i venditori, l’accesso o le modifiche ai veicoli in vendita.

Aston Martin Vantage

Pro
  • Motore V8 carismatico e potente
  • Affilata, veloce ma anche comoda alla guida
Contro
  • Troppe componenti di origine Mercedes
  • Infotainment di vecchia generazione

Aston Martin Vantage: dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti

Fin dal lancio della prima generazione datato 1972 come versione speciale e a sei cilindri della apprezzata Aston Martin V8 e al ritorno come versione più lussuosa della stessa V8 tra il 1977 e il 1989, Aston Martin V8 Vantage e la versione “normale” V8 diventarono uno dei modelli più apprezzati della Casa di Gaydon. Dopo le prime due Vantage, con la V8 che partecipò anche al film di James Bond 007 – Zona Pericolo, il vero successo arrivò nel 2005 con la nuova Aston Martin Vantage. Disponibile con motori V8 e V12, la piccola Vantage, insieme alla più grande DB9, dimostrarono al mondo le potenzialità della Casa inglese, capace di diventare una vera potenza tra le Supercar. Continua a leggere

Modelli alternativi

Piccola, bellissima, carismatica alla guida e dal prezzo non così irraggiungibile, la Aston Martin Vantage del 2005 è ancora oggi una delle supercar più ricercate sul mercato, e grazie ai suoi 24.700 esemplari è ad oggi l’Aston Martin più venduta di sempre. Per questo, la nuova Aston Martin Vantage lanciata nel 2018 si trova in una situazione difficile: sostituire uno dei modelli più apprezzati di sempre nonché il più venduto della storia della Casa. Con un motore di origine Mercedes-AMG e uno stile originale, saprà fare meglio della precedente Vantage?

Scopriamo allora dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti di Aston Martin Vantage (2018).

Dimensioni Aston Martin Vantage

Le dimensioni della Aston Martin Vantage sono:

  • lunghezza 4,47 metri
  • larghezza 1,94 metri
  • altezza 1,27 metri
  • passo 2,70 metri

Lunga poco meno di 10 cm in più della precedente Vantage, la nuova Aston Martin Vantage non è stata disegnata da Henrik Fisker come la precedente, bensì dal designer delle Aston One-77, DBS, Rapide, Rolls-Royce Phantom e della nuova DB11 Marek Reichman. Per questo, lo stile è tutto tranne che un’evoluzione della precedente Vantage, distaccandosi anche dalla più elegante e raffinata DB11. Il frontale è infatti ispirato alla Aston Martin Vulcan, la berlinetta sviluppata esclusivamente per la pista della Casa di Gaydon, dalla quale riprende quasi interamente il frontale. Rispetto a tutte le altre Aston Martin, infatti, su Vantage non troviamo la classica presa d’aria a metà muso che richiama il logo Aston con finitura cromata. La presa d’aria ha sempre la stessa forma, ma è molto più in basso rispetto al solito, andando a fondersi con lo splitter anteriore concludendo di fatto il frontale.

Questa presa d’aria così particolare, unita ai piccolissimi fari a LED e al lunghissimo cofano regalano uno stile molto diverso dalla nuova Vantage, che si distingue così da tutte le altre Aston. Lateralmente, invece, Vantage richiama la DB10, realizzata esclusivamente per il film di James Bond Spectre: dalla DB10 riprende il passaruota posteriore molto bombato e il taglio del tetto, mentre la coda è ancora originale e diversa da tutte le altre Aston. I fari full LED, sottilissimi, sono uniti da una striscia di LED, che segue il profilo del portellone posteriore. Questa, nella parte alta, sale di diversi centimetri rispetto al resto del posteriore, così da formare un piccolo alettone a coda d’anatra. Affilata e sportiva, da dietro Vantage perde quella aplomb tipicamente British, e diventa molto più sportiva e dinamica. Il paraurti offre poi un importante diffusore, nonché quattro scarichi sdoppiati, immancabili per ogni Vantage. Rispetto alle classiche Aston Martin, Vantage rappresenta un netto taglio con il passato, con uno stile molto diverso rispetto a ciò che si è visto negli ultimi 30 anni. Concludendo con le dimensioni di Aston Martin Vantage, il bagagliaio è decisamente sorprendentemente grande, con 350 litri di capacità e apertura da Hatchback, con il lunotto incorporato.

Interni Aston Martin Vantage

Gli interni di Aston Martin Vantage segnano, come per gli esterni, un netto cambio di passo con il passato. Moderni, affilati e sportivi, all’interno la nuova Vantage rivoluziona ciò che abbiamo visto sulle precedenti Aston Martin. Dietro al grosso volante dotato di palette al volante troviamo un quadro strumenti digitale, che però sfoggia ancora al centro un grosso contagiri, indispensabile per ogni vettura sportiva che si rispetti. La plancia, invece, si sviluppa su due livelli: il primo, quello superiore, è dominato dallo schermo dell’infotainment da 9 pollici, montato a sbalzo ma piuttosto ben integrato nelle linee della plancia, mentre più in basso troviamo due grandi bocchette dell’aria e una consolle centrale che, unita al voluminoso tunnel centrale, offre tantissimi tasti fisici.

I comandi per il clima, per l’infotainment, per le modalità di guida e persino i tasti per la selezione del cambio automatico e per l’accensione dell’automobile sono tutti concentrati in questa zona. Qui poi troviamo un segno inequivocabile della collaborazione strettissima avvenuta tra Mercedes-Benz e Aston Martin. Nella parte finale del tunnel centrale troviamo l’inconfondibile mouse del sistema Command Online di Mercedes, un sistema non così intuitivo e decisamente vetusto, molto meno avanzato del nuovo MBUX di Mercedes-Benz. Il sistema di infotainment non è l’unico comando derivato dalla galassia Mercedes: i comandi al volante, il layout del quadro strumenti digitale, i comandi per i sedili elettrici e quelli per gli alzacristalli sono di chiara derivazione Mercedes. Tipicamente Aston Martin rimangono invece i materiali, impeccabili e realizzati con enorme cura sia sulla plancia che sui sedili. Concludendo con gli interni di Aston Martin Vantage, lo spazio per i due passeggeri di questa due posti secchi è davvero molto, a prova anche di guidatori spilungoni.

aston-martin-vantage-v12-interieur

aston-martin-vantage-v12-seats

Motori Aston Martin Vantage

Ma non è solo l’interno ad aver beneficiato della “cura Mercedes”: anche la gamma motori di Aston Martin Vantage è, al momento, totalmente affidata ad un propulsore teutonico. Sotto il cofano di tutte le Aston Martin Vantage batte il 4.0 V8 Biturbo M177 realizzato dagli specialisti di AMG e amato su tantissime Mercedes-AMG di questi anni, a partire dalla berlina C63 AMG fino ad arrivare alla diretta rivale AMG GT. Su Vantage, il 4.0 V8 è declinato principalmente nella sua versione da 510 CV e 685 Nm di coppia, accoppiato all’amatissimo cambio automatico ZF a 8 marce con convertitore di coppia.

Non è però l’unica versione presente nella gamma motori di Aston Martin Vantage: al top della gamma, al momento, c’è infatti la speciale Vantage F1 Edition. Realizzata in corrispondenza del ritorno di Aston Martin in Formula 1 dopo 61 anni dall’ultima volta, questa versione sfoggia un alettone fisso al posteriore, loghi F1 un po’ dappertutto, cerchi da 21 pollici identici alla Safety Car della Classe Regina e, soprattutto, 25 CV in più sotto il cofano, con il V8 che passa da 510 a 535 CV. Il telaio, invece, è totalmente realizzato in casa, condiviso con le più grandi DB11 e DBS Superleggera. Nei prossimi mesi, infine, tornerà l’incredibile V12 Vantage: avrà il motore della DBS Superleggera, un 5.2 V12 biturbo da 700 CV e 752 Nm di coppia, sarà prodotta in sole 333 unità e sarà il canto del cigno del V12 made in Britain.

Motori Aston Martin Vantage

Benzina

  • V8, 4.0 V8 biturbo, 510 CV, cambio automatico a 8 marce, trazione posteriore
  • V8 F1 Edition, 4.0 V8 biturbo, 535 CV, cambio automatico a 8 marce, trazione posteriore

Prezzi Aston Martin Vantage

Il listino prezzi di Aston Martin Vantage è, come ci si aspetta da una Aston, decisamente salato. In più, è anche molto più alto di quello della precedente V8 Vantage, che nel 2005 partiva da meno di 100.000 euro. Oggi, la soglia dei 100.000 euro è decisamente superata: la versione d’attacco, la Coupé V8, parte infatti da 143.324 euro, con la versione scoperta Roadster (non chiamata più Volante) che parte da 151.628 euro. La dotazione è ovviamente buona, con di serie fari full LED, cruise control adattivo, sospensioni attive, interni in pelle, freni carboceramici, differenziale autobloccante a controllo elettronico, sedili elettrici e sistema di infotainment Comand Online.

Al top della gamma trova posto la speciale F1 Edition, che con i 25 CV in più e le modifiche estetiche prima citate arriva a 166.084 euro per la Coupè e a quasi 174.000 euro per la Roadster. Non mancano però decine di accessori a richiesta, dai più pratici come il parcheggio automatico, lo schermo touch (non tattile di serie), le telecamere a 360°, ai più sportivi come scarico con terminali neri, cerchi forgiati (di serie per la F1), sedili più sportivi o pacchetti Carbonio per interni ed esterni, ai più eccentrici come l’ombrello coordinato con la vettura, la chiave di riserva in vetro o i tappetini spessi o persino in pelle.

Listino prezzi Aston Martin Vantage

V8

  • Coupé V8, 143.324 euro
  • Roadster V8, 151.628 euro

F1 Edition

  • Coupé V8 F1 Edition, 166.084 euro
  • Roadster V8 F1 Edition, 174.388 euro

Aston Martin Vantage: concorrenti e conclusioni

Molto discussa per il suo stile e per il suo motore di origine Mercedes, Aston Martin Vantage cerca di bissare l’enorme successo della Vantage del 2005 scegliendo una strada mai battuta in Aston Martin: l’innovazione. Spesso infatti la Casa di Gaydon ha modernizzato e riproposto uno stile sempre riconoscibile, elegante e raffinato, puntando sui classici motori aspirati e su una guida confortevole ma sportiva. Fin dall’estetica, però, Aston Martin Vantage cambia tutto: lo stile è moderno e mai visto prima, aggressivo e molto personale anche rispetto al resto della gamma Aston Martin. Gli interni sono più sportivi e dinamici, anche se l’infotainment di vecchia generazione ei tantissimi comandi di origine Mercedes possono far storcere il naso. Sotto il cofano, poi, l’apprezzatissimo V8 biturbo AMG è accoppiato ad un veloce e fluido cambio ZF, ad un telaio con una perfetta ripartizione dei pesi 50/50 tra anteriore e posteriore e ad una vettura che, nonostante sia derivata dalla GT moderna per eccellenza, la DB11, è cattiva, precisa e molto aggressiva. Certo, non manca quella comodità e quella raffinatezza tipica di ogni Aston Martin, ma la nuova Vantage è più aggressiva, più maschia e più moderna rispetto alla precedente. I più abbienti appassionati, poi, potranno aspettare il pazzesco V12, presto in arrivo anche sulla piccola Vantage.

Certo è che, come le rivali dirette, il prezzo si è alzato parecchio, superando di gran lunga la soglia dei 100.000 euro fissata per la prima Vantage. Tra le coupé sportive che possono già vantare il titolo di Supercar, però, Aston Martin Vantage è una scelta forse poco convenzionale, ma molto, molto valida. Ad Aston Martin Vantage le concorrenti, però, non mancano: la regina di questo segmento è la Porsche 911, disponibile sia in versione GT con le Carrera e Carrera S sia con le sportive GTS e Turbo. Non va dimenticata poi la connazionale Jaguar F-Type, né la rivale diretta per raffinatezza e guidabilità, la Ferrari Roma. Tra le concorrenti di Aston Martin Vantage, però, attenzione alla Mercedes-AMG GT: dotata dello stesso motore della Vantage, è in commercio dal lontano 2013, e presto verrà sostituita da un modello tutto nuovo, e possibilmente molto più tecnologico e veloce.

FAQ

Che motore monta l’Aston Martin Vantage?

Al momento, l’unico motore disponibile per Aston Martin Vantage è il 4.0 V8 biturbo M177 prodotto da AMG, disponibile con 510 o 535 CV per la versione F1. In futuro, invece, arriverà anche la speciale V12 Vantage, prodotta in 333 esemplari e dotata del 5.2 V12 della DBS Superleggera da 700 CV.

Chi produce i motori Aston Martin?

Il motore che troviamo sotto il cofano di Aston Martin Vantage è il 4.0 V8 biturbo M177, prodotto per la Casa di Gaydon da Mercedes-AMG. Si tratta di un motore molto potente e versatile, visto su vetture molto diverse della Casa tedesca, dalla berlina C63 al fuoristrada G63 AMG, passando per la Supercar AMG GT.

Quanto costa l’Aston Martin Vantage?

Per entrare in possesso di una Aston Martin Vantage servono almeno 143.324 euro: questo è il prezzo base della Aston Martin V8 Vantage Coupé, che di serie offre serie fari full LED, cruise control adattivo, sospensioni attive, interni in pelle, freni carboceramici, differenziale autobloccante a controllo elettronico, sedili elettrici e sistema di infotainment Comand Online.