Passa al contenuto principale
Causa lavori di manutenzione attualmente la disponibilità di AutoScout24 è limitata. Questo riguarda in particolare funzioni quali i canali di contatto con i venditori, l’accesso o le modifiche ai veicoli in vendita.

Mitsubishi Pajero

Pro
  • Maneggevolezza
  • Visibilità
Contro
  • Motore
  • Finiture

Mitsubishi Pajero: dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti

Nata nel 1982, Mitsubishi Pajero è uno dei fuoristrada più famosi al mondo, capace di dare tantissime soddisfazioni alla Casa dei Tre Diamanti nelle sue quattro generazioni. Dal primo Pajero, lanciato nel maggio del 1982, fino alla quinta generazione del lanciata nel 2006, sono rimaste invariate le caratteristiche che hanno reso il fuoristrada giapponese amato in tutto il mondo: telaio a longheroni, presenza di versioni a tre e cinque porte, motori affidabilissimi e dalla grande cilindrata, tanta versatilità e delle capacità fuoristradistiche davvero eccezionali. Queste peculiarità, insieme ad uno stile che ha seguito sempre lo stesso filone rimanendo immediatamente riconoscibile come un Pajero, hanno fatto la fortuna del 4x4 nipponico un po’ in tutto il mondo. Continua a leggere

Modelli alternativi

Se infatti in Italia è stato uno dei fuoristrada più diffusi tra gli anni ’80 e gli anni ’00, Pajero ha conquistato anche in Nord America e nelle competizioni: Mitsubishi Pajero è infatti l’automobile più vincente nella storia della Parigi-Dakar, riuscendo a vincere ben 12 edizioni tra il 1985 e il 2007. Con il proliferare dei SUV e il progressivo disinteresse del pubblico verso i fuoristrada duri e puri, Mitsubishi Pajero ha subito un drastico calo delle vendite, fino ad essere cancellato in Europa nel 2019, e in tutto il mondo nel 2021. L’ultima generazione di Mitsubishi Pajero, la quarta, merita però ancora tantissimo interesse, e si propone come vettura perfetta per le famiglie avventurose.

Scopriamo allora dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti di Mitsubishi Pajero.

Dimensioni Mitsubishi Pajero

Le dimensioni della Mitsubishi Pajero sono:

  • lunghezza 4,31 (4,90) metri
  • larghezza 1,87 metri
  • altezza 1,88 metri
  • passo 2,55 (2,78) metri

Alto, squadrato e massiccio: queste sono le tre caratteristiche che si fanno subito notare di Mitsubishi Pajero appena ci si avvicina al grande fuoristrada giapponese. Disponibile sia con tre porte e passo corto che nella più pratica versione a passo lungo, la quarta generazione di Pajero ha visto dal lancio nel 2006 agli ultimi anni di produzione una serie di piccoli ritocchi che ne hanno modernizzato l’estetica, soprattutto davanti. Il frontale sfoggia infatti la classica mascherina cromata, più moderna e meno voluminosa che in passato, con due bandelle orizzontali che incastonano il logo dei tre diamanti. Due grandi fari squadrati rendono ancora più massiccio il frontale, che si completa con un lungo cofano e paraurti poco pronunciati per massimizzare gli angoli caratteristici lontani dall’asfalto.

L’abitacolo punta poi su grandi vetrate, con un grande parabrezza e importanti finestrini laterali: questa caratteristica dimostra l’attenzione a tutti i i passeggeri che Mitsubishi ha inserito nel progetto, risultando più abitabile di altri fuoristrada duri e puri. Dalla vista laterale si notano poi le pratiche barre sul tetto, i passaruota molto bombati e la differenza di passo (23 cm) tra il Pajero a 3 porte e quello a cinque porte. Arrivando alla vista posteriore, Mitsubishi Pajero sfoggia con fierezza la ruota di scorta esterna, integrata però in una finitura che ne protegge e ne nasconde gran parte rendendola più integrata nelle linee della coda. Squadratissima e con un portellone enorme, finalmente per questa ultima serie Pajero ha una sola coppia di fari ai lati, rinunciando agli scomodi ed esposti agli urti fari integrati nel paraurti posteriore. Concludendo con le dimensioni di Mitsubishi Pajero, il bagagliaio può ospitare tra i 415 e i 1120 litri per la versione a 3 porte, che diventano 215 in configurazione a 7 posti o ben 1.790 litri abbattendo sia la seconda che la terza fila per il Pajero a passo lungo.

Interni Mitsubishi Pajero

Gli interni di Mitsubishi Pajero sono rimasti esattamente gli stessi fin dal lancio nel 2006, con qualche tentativo di modernizzazione qua e là senza rivoluzionare una plancia rigorosa e molto squadrata, un po' come l’esterno. Realizzato interamente in plastica non particolarmente morbida, l’abitacolo di Mitsubishi Pajero non punta ad appagare la vista e il tatto come le più lussuose rivali europee, quanto ad offrire una robustezza e una durabilità da record. La plancia è pulita e lineare davanti al passeggero, con tutti i comandi concentrati al centro nella massiccia consolle centrale. Qui troviamo delle grandi bocchette dell’aria che circondano la consolle centrale, dove troviamo i comandi del clima automatico sormontati dalla radio o dal sistema di navigazione, diventato touch per gli ultimi anni di produzione.

Poco sopra non manca un terzo schermo, che mostra l’ora, le informazioni del computer di bordo e altri parametri dell’auto come l’allacciamento delle cinture o l’inserimento della trazione integrale. Più in basso nel voluminoso tunnel centrale troviamo la leva del cambio, manuale o automatico, insieme ad una seconda leva più piccola che comanda il sistema di trazione integrale Super Select. Il volante è poi un classico ed enorme quattro razze con comandi multifunzione, mentre il quadro strumenti è ancora completamente analogico, privo persino di uno schermo tra tachimetro e contagiri, sostituito dallo schermo multifunzione in cima alla consolle centrale. Concludendo con gli interni di Mitsubishi Pajero, lo spazio è tantissimo davanti, mentre dietro già la versione a 3 porte offre 5 posti comodi, che diventano comodissimi sulla Pajero a passo lungo. Un po' più stretti infine i due sedili della terza fila, adatti a persone non troppo alte per viaggi di media lunghezza.

mitsubishi-pajero-l-03.jpg

Motori Mitsubishi Pajero

La gamma motori di Mitsubishi Pajero è formata esclusivamente da grossi motori con cilindrata di oltre tre litri, a benzina e a gasolio. Il motore più raro in Italia, specialmente per la quarta generazione, è il potente 3.8 V6 aspirato a benzina: questo vigoroso V6, destinato principalmente al mercato nordamericano e del Medio Oriente, ha 249 CV ed è offerto esclusivamente con il cambio automatico a 5 marce dotato, ovviamente, di marce ridotte. Decisamente più a fuoco per l’Europa sono i motori Diesel, gli enormi 3.2 DI-D. Si tratta di motori da 3.2 litri quattro cilindri in linea, dotati di una singola turbina e di tanta, tanta coppia in basso. Nato con 160 CV e cambio manuale a 5 marce più ridotte, il 3.2 DI-D si è evoluto arrivando prima ad offrire 170 CV con cambio automatico, per poi raggiungere nei primi anni ’10 i 200 CV, con cambio manuale a 6 marce o automatico a 5 rapporti.

Il canto del cigno è arrivato con il rinnovato 3.2 DI-D da 190 CV: questo è il primo e unico propulsore tra i motori di Mitsubishi Pajero ad essere omologato Euro 6, ed offre 190 CV e ben 441 Nm di coppia. Nonostante il peso sia superiore ai 2.300 kg per il Pajero a 5 porte, le prestazioni sono buone con uno 0-100 km/h coperto in 11,1 secondi e una velocità massima di 180 km/h, mentre i consumi medi omologati da Mitsubishi parlano di una media di 11 km/l. Tutte le Pajero sono dotate di telaio a longheroni, ovvero con il telaio separato dalla carrozzeria, e di trazione integrale inseribile con differenziale centrale e giunto viscoso autobloccante. Una meccanica da vera 4x4, capace di superare anche i passaggi più impervi, con la possibilità anche di utilizzare marce ridotte.

Motori Mitsubishi Pajero

Benzina

  • 3.8 V6, 3.8 V6 aspirato, 249 CV, cambio automatico a 5 marce+ridotte, trazione integrale

Diesel

  • 3.2 DI-D, 3.2 4 cilindri turbodiesel, 160 CV, cambio manuale a 5 marce+ridotte, traz. integrale
  • 3.2 DI-D, 3.2 4 cilindri turbodiesel, 170 CV, cambio automatico a 5 m.+ridotte, traz. integrale
  • 3.2 DI-D, 3.2 4 cilindri turbodiesel, 200 CV, cambio man. a 6 m.+ridotte o aut. a 5 m.+rid., traz. int.
  • 3.2 DI-D, 3.2 4 cilindri turbodiesel, 190 CV, cambio man. a 6 m.+ridotte o aut. a 5 m.+rid., traz. int.

Prezzi Mitsubishi Pajero

Il listino prezzi di Mitsubishi Pajero partiva nel 2006 da 33.850 euro: questo era il prezzo della versione Invite con carrozzeria tre porte. A questo prezzo, Pajero oltre alla compatta carrozzeria da 4,38 metri e alla trazione integrale permanente offriva una dotazione tutt’altro che spartana: di serie troviamo infatti i cerchi in lega da 17 pollici, il clima automatico, la chiusura centralizzata, il computer di bordo centrale, la radio CD con 6 altoparlanti, i sedili regolabili e la trasmissione 4WD Super Select con bloccaggio del differenziale centrale e ridotte. Al top della gamma Pajero troviamo la versione speciale One/Hundred, prodotta negli ultimi anni di produzione e completamente full optional, offerta a 57.300 euro con la carrozzeria 5 porte.

Oltre al cambio automatico a 5 marce + ridotte, questo allestimento ha tutto di serie: differenziale centrale e posteriore bloccabile, clima automatico trizona, fari automatici, luci diurne a LED, Cruise control, interni in pelle, orologio personalizzato Locman Montecristo, sistema audio Rockford con 12 altoparlanti e 860 W di potenza, infotainment con Apple CarPlay e Android Auto, sedili elettrici e riscaldabili anteriori, sensori di parcheggio posteriori con retrocamera, radio DAB, tetto apribile e fari xeno. Ma oggi quali sono i prezzi di Mitsubishi Pajero? Vista la sua incredibile durabilità, le capacità fuoristrada ma il suo grande livello di comfort, Mitsubishi Pajero è uno dei fuoristrada più ricercati da chi vuole un’auto robusta, affidabile e pronta a tutto. Per questo, un Pajero di quarta generazione parte da 9.500 euro per esemplari con centinaia di migliaia di km e prodotto nei primi anni tra il 2006 e il 2008. Per un Pajero di 10 anni servono invece almeno 18.000 euro, mentre gli ultimi Pajero con motore 3.2 DI-D Euro 6 sono schizzati alle stelle: per un Pajero da 190 CV servono infatti almeno 35.000 euro, con gli esemplari con pochissimi km che superano agevolmente i 40.000 euro.

Mitsubishi Pajero: concorrenti e conclusioni

Un prezzo importante per una vettura importante per dimensioni, capacità fuoristradistiche e blasone. Grazie alle sue 12 vittorie alla Parigi-Dakar, Pajero ha dimostrato al mondo la sua robustezza, la sua capacità di superare tutti gli ostacoli senza mai fermarsi di fronte a nulla. La quarta generazione di Mitsubishi Pajero, però, ha aggiunto anche una componente di qualità e comfort alla sua ricetta. Senza costringere a compromessi sulle capacità off-road e sull’affidabilità, Pajero è diventato anche un’automobile comoda, facile da guidare (anche se non agilissima in città), adatta anche ai lunghi viaggi grazie ad una buona insonorizzazione e con prestazioni quantomeno vivaci grazie al grosso 3.2 turbodiesel. Questa unione tra comfort, funzionalità, spazio e delle capacità fuoristradistiche da prima della classe hanno reso Mitsubishi Pajero uno dei più poliedrici fuoristrada sul mercato, nonché uno degli ultimi a lasciare la scena. Se infatti gli storici concorrenti di Mitsubishi Pajero come Nissan Terrano, Land Rover Defender e Toyota Land Cruiser si sono trasformati parecchio, alcuni hanno abbandonato il mercato europeo e altri sono stati semplicemente cancellati, Pajero è arrivato fino al 2019, soccombendo alla fine all’avanzata dei più mondani SUV.

Oggi però Pajero è ancora una vettura su cui puntare, se vi interessano le capacità fuoristradistiche. Nonostante il motore Euro 6, infatti, i consumi sono parecchio alti, e la guidabilità su strada è decisamente deficitaria, con uno sterzo molto impreciso e demoltiplicato, un assetto molto morbido tra le curve e delle dimensioni non indifferenti. Se però cercate un vero fuoristrada che sia anche comodo e spazioso per i lunghi viaggi, Mitsubishi Pajero può ancora fare al caso vostro. Fate presto, però: vista la mancanza di vere concorrenti Mitsubishi Pajero è a tutti gli effetti l’ultimo vero fuoristrada giapponese prodotto, e per questo i prezzi sono davvero alti e destinati ancora a salire con il passare del tempo.

FAQ

Quanto costa un Mitsubishi Pajero?

Quando era nuovo, Mitsubishi Pajero partiva da poco meno di 34.000 euro per la versione d’attacco con cambio manuale e tre porte. Alla fine della carriera, nel 2019, la versione speciale One/Hundred per i 100 anni di Mitsubishi arrivava a ben 57.500 euro. Oggi, però, vista la sua unicità e la sua robustezza è ancora molto costoso: per un Pajero del 2007 con centinaia di migliaia di km servono almeno 9.500 euro, mentre un esemplare del 2019 con pochissimi km e motore Euro 6 può facilmente superare i 40.000 euro.

Come si chiama il Mitsubishi Pajero in Spagna?

Mitsubishi Pajero è nota con altri nomi in giro per il mondo: nel Regno Unito, ad esempio, è nota come Shogun, mentre nei Paesi a maggioranza ispanofona come Spagna, America Latina e anche negli Stati Uniti d’America si chiama Montero. Il motivo? Pajero, infatti, è un aggettivo molto volgare che si riferisce al verbo “Pajar”, che metaforicamente si riferisce alla masturbazione maschile.

Quanto pesa il Mitsubishi Pajero?

Mitsubishi Pajero è un peso massimo: la versione più leggera del fuoristrada giapponese è la tre porte, che supera i 2.150 kg. La più grossa e spaziosa 5 porte, invece, sfiora i 2.400 kg di peso.

Recensioni dei veicoli Mitsubishi Pajero

33 Recensioni

4,3