Bentley Turbo R

bentley-turbo-r

Con la Bentley Turbo R il marchio ritrova la sua immagine sportiva


Dagli anni Sessanta la ditta britannica produttrice di auto di lusso Rolls-Royce ha tentato di affermare il neo acquistato marchio Bentley nel segmento delle berline di lusso dalla motorizzazione sportiva. In generale però questo concetto non ha dimostrato molto successo, in quanto, nonostante la tecnica di motorizzazione Bentley leggermente modificata, le potenze diverse rispetto ai modelli pendant provvisti del marchio Rolls-Royce si notavano sempre di meno. Anziché mantenere in vita il marchio sportivo Bentley, Rolls-Royce ha dimostrato presto di trattare i modelli Bentley come zavorra economica, vale a dire come un’alternativa più modesta delle auto proposte con il marchio Rolls-Royce. Una controtendenza è subentrata soltanto al momento del lancio della Bentley Mulsanne che, grazie ai motori turbo di cui è stata dotata dal 1982, ha ripristinato un certo dinamismo sia a bordo che nelle vendite dei modelli Bentley. Questo successo è stato riconfermato dal modello successivo Bentley Turbo R, presentato nel 1985, che mostrava la sua potenza turbo anche nel nome.


Berlina più veloce della casa


La Bentley Turbo R era realizzata sulla base della nuova Rolls-Royce Silver Spirit sviluppata nello stesso periodo, con cui ha condiviso anche il motore V8 contemplato nel repertorio standard Rolls-Royce fin dagli anni Sessanta. Grazie alla sovralimentazione a turbocompressore questo propulsore da 6,8 litri riusciva comunque a sviluppare una potenza maggiore a bordo della Bentley Turbo R. Non si sa esattamente di quanto, perché a tal riguardo la casa britannica è riservata per tradizione. Le misurazioni hanno consentito di evincere una potenza di circa 235 kW (320 CV), sufficienti per accelerare questa berlina dal peso di quasi 2,5 tonnellate fino a oltre 220 km/h. Queste prestazioni velocistiche sono state addirittura superate dal coupe Bentley Continental e il Cabriolet Bentley Azure. La Bentley Turbo R veniva proposta in due versioni con interasse di tre metri e in una versione più lunga dal nome Bentley Turbo RL con interasse di 3,16 metri, che raggiungeva una lunghezza complessiva di 5,37 metri.


Più potenza dal 1992


Nel 1992 la variante tubo è stata rinforzata con la Bentley Turbo S, che vantava una potenza stimata in ragione di 300 kW (408 CV). Parallelamente è stata aumentata la potenza della Bentley Turbo R come versione di base, che sviluppava ora 265 kW (360 CV). Nonostante il peso di 2,5 tonnellate, il modello "top" raggiungeva una velocità massima di 250 km/h compiendo lo sprint da 0 a 100 km/h in 6,1 secondi. A titolo di confronto basti pensare che la Bentley Turbo R arrivava a una velocità di 235 km/h impiegando 0,5 secondi in più per lo sprint. Negli ultimi anni di fabbricazione dal 1995 al 1998 la Bentley Turbo R veniva proposta esclusivamente nella versione più lunga con interasse di 3,16 metri.


Outfit più sportivo per l’ultima Bentley Turbo R


Prima che nel 1998 fosse pronto il modello successivo Bentley Arnage, la casa britannica ha presentato per un breve periodo un altro modello "top" della sua serie Turbo. La Bentley Turbo RT ha “ereditato” la motorizzazione della Bentley Turbo S da 300 kW (408 CV), sottolineando però ulteriormente la sua grinta sportiva attraverso alcune caratteristiche esterne come pneumatici larghi e cerchi in alluminio. Inoltre anche gli ultimi modelli della Bentley Turbo R sono stati dotati di uno spoiler anteriore, attraverso cui la serie differiva notevolmente dal modello pendant Rolls-Royce Silver Spirit di quel periodo.


Trova su AutoScout24 i prezzi di un’auto Bentley Turbo R usata o scopri gli annunci di Bentley usate.