Passa al contenuto principale
Causa lavori di manutenzione attualmente la disponibilità di AutoScout24 è limitata. Questo riguarda in particolare funzioni quali i canali di contatto con i venditori, l’accesso o le modifiche ai veicoli in vendita.

BMW X4

Pro
  • Il mild hybrid 48 Volt ora è disponibile su tutti i motori
  • Sistemi di assistenza alla guida più evoluti
Contro
  • Manca la versione ibrida plug-in, disponibile solo su X3
  • Lista optional

Il SUV coupé bavarese si elettrifica e aggiorna il design

Come accaduto con X3, anche la variante coupé X4 si rinnova puntando su un design evoluto degli esterni, un nuovo sistema di infotainment e l’elettrificazione totale delle motorizzazioni. Quello che per BMW è la punta di diamante della sua gamma SAC, ossia Sport Activity Vehicle, enfatizza la sua muscolosità grazie a diversi paraurti che rendono questa seconda generazione del modello ancor più caratterizzante su strada. La gamma motori ora è dotata di varianti mild hybrid, sia Diesel sia benzina, mentre stranamente BMW ha scelto di non portare l’unità ibrida plug-in 30e con i suoi 292 anche sulla variante coupé X4. X3 e X4 vengono prodotte nello stabilimento BMW di Spartanburg. Continua a leggere

Modelli alternativi

BMW X4, la nuova Sports Activity Coupé

BMW X4: com’è fatta, pro e contro

Le dimensioni della BMW X4 sono le seguenti e differiscono leggermente dalla X3, a causa della coda più spiovente che caratterizza la carrozzeria. La lunghezza è pari a 4,75 metri, la larghezza a 1,91 metri e l’altezza a 1,62 metri, ben 5 centimetri in meno rispetto a X3. Rimane invece invariato il passo, pari a 2,86 metri, ma c’è leggermente meno spazio per la testa a causa della forma del tetto, che diventa spiovente poco dopo il montante centrale. Se a ciò si somma il pavimento della seconda fila non piatto a causa della presenza del differenziale, l’abitabilità posteriore della X4 è in difetto rispetto a quella dell’X3. Diminuisce anche, seppur lievemente, la capacità del bagagliaio: la minima è di 525 litri, la massima di 1.430 litri.

Relativamente poco dopo il lancio della seconda generazione di BMW X4, avvenuto nel 2018, la Casa tedesca ha apportato lievi modifiche al design della vettura puntando su elementi come le grembialature anteriori più pronunciate e, per quanto riguarda le luci, sono di serie i Matrix LED con fari fendinebbia integrati (in optional gli innovativi Laserlight, il cui fascio di luce arriva a una distanza di 650 metri). Specifica della BMW X4 è invece la griglia del doppio rene che differenzia la parte frontale della vettura rispetto a X3 adottando lo specifico pacchetto M che fa diventare questo importante particolare nero lucido nella sua interezza.

Sempre al posteriore è stata variata la posizione delle superfici catarifrangenti, ora verticali. Così facendo l’aspetto del lato B risulta più ordinato e anche la posizione del terminale di scarico è stata variata per renderla più simile alla zona superiore delle luci. Il pacchetto sportivo M, oltre al doppio rene, cambia completamente la zona posteriore: in questo caso compare un ampio inserto sfalsato a forma di incudine, anche in questo caso rifinito in nero lucido come la griglia frontale. Scegliendo questo kit aerodinamico, i cerchi montati di serie sono i 19” in Midnight Grey Bicolor con pneumatici 245/50 R19.

Con il rinnovamento dei SUV BMW X3 e X4, nel centro stile della Casa tedesca hanno deciso di dedicare una tinta esclusiva per X4 tra le 11 disponibili: si tratta dell’esclusiva Piedmont Red. Per la prima volta, inoltre, nella scelta dei colori i clienti di BMW X4 possono scegliere anche una tinta opaca, il Frozen Deep Grey.

Dentro BMW X4 si segnala l’adozione della stessa consolle centrale che ha debuttato sulla serie G22 della nuova Serie 4: di serie lo schermo ha una diagonale di 10,25” ma si puà richiedere uno schermo centrale touch e dotato di comandi gestuali in misura da 12,3” e con un sistema di navigazione molto più rapido e in grado di fornire maggiori informazioni sui parcheggi presenti a destinazione. Anche la conformazione del tunnel centrale è cambiata: si è evoluta la leva del cambio Steptronic così come è stato spostato in una posizione più comoda il tasto d’avviamento. Sempre di serie il mirroring, ma solo Apple CarPlay è disponibile in versione wireless.

L’evoluzione tra la precedente X4 e la nuova X4 ha riguardato anche i sistemi di assistenza alla guida. Sono stati infatti aggiornati i sistemi “Driving Assistant Professional” tra i quali il Parking Assistant Plus ora con Reverse Assistant e l’Active Cruise Control con migliore controllo nella guida urbana.

BMW X4: allestimenti, motori e prezzi

Pur senza l’unità ibrida plug-in, riservata alla sola X3, anche X4 possiede ora motori completamente elettrificati. Troviamo infatti l’unità mild hybrid a 48 Volt che rigenera energia in frenata e decelerazione accumulandola nell’apposita batteria. Quest’energia viene poi riutilizzata per alimentare la rete di bordo e, in accelerazione, con 11 CV in più sullo scatto. Tale novità riguardava già i motori Diesel in gamma e ora è stata messa a disposizione sui motori a benzina 4 e 6 cilindri. A livello di potenze si parte dai 184 CV della X4 xDrive 20i per salire ai 245 CV della X4 30i e ai 360 CV della X4 M40i. Lato Diesel gli step di potenza sono 190 CV (20d), 286 CV (30d) e 340 CV (M40d). Sempre di serie il cambio automatico Steptronic a 8 rapporti. Sulla X4 sono standard le palette e la funzione Launch Control.

Benzina mild hybrid

  • 2.0 4 cilindri 184 CV, trazione integrale
  • 2.0 4 cilindri 245 CV, trazione integrale
  • 3.0 6 cilindri 3 360 CV, trazione integrale

Diesel mild hybrid

  • 20d 2.0 4 cilindri 190 CV, trazione integrale
  • 30d 2.0 4 cilindri 286 CV, trazione integrale
  • M40d 3.0 6 cilindri 340 CV, trazione integrale

La BMW X4 parte da un prezzo di circa 55.000 euro.

BMW X4: conclusioni

Aggiornata la seconda generazione della BMW X4. Il SUV coupé della Casa tedesca, leggermente più grande rispetto alla sorella X3, si aggiorna nel design, negli interni grazie a un più evoluto sistema di infotainment (a richiesta con schermo da 12,3”) e, soprattutto, elettrificando tutti i motori Diesel e benzina presenti in gamma. Se per i primi non si tratta di un’assoluta novità, le unità 48 Volt mild hybrid debuttano sui benzina 4 e 6 cilindri aiutando a ridurre i consumi e a non disperdere l’energia come avveniva in precedenza, sfruttandola anche per accelerare più forte. Se lo spazio sulla seconda fila è minore, specie per la testa, rispetto a X3, X4 propone un look marcatamente più sportiva non solo per la coda spiovente. Con il pacchetto sportivo M, ad esempio, la griglia frontale con il classico doppio rene diventa nera lucida.

Recensioni dei veicoli BMW X4

3 Recensioni

5,0