Ferrari 412 - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Ferrari 412

La Ferrari 412: una nuova vettura con lo stile degli anni '80

La Ferrari 412 è stata costruita dalla casa automobilistica di Maranello verso la metà degli anni '80, e precisamente nel 1985: si tratta di una coupé con 4 posti (2+2), progettata per prendere il posto della precedente Ferrari 400i, la quale aveva una linea squadrata ed abbastanza anonima, piuttosto obsoleta rispetto a quelle che erano le tendenze delle case automobilistiche di quegli anni. La Ferrari 412 è rimasta in produzione per ben 4 anni, ossia fino al 1989, ed è stata prodotta in circa 300 esemplari. Se si cerca nel mercato delle auto usate, si può trovare ancora oggi qualche esemplare della Ferrari 412 rossa, in vendita a prezzi abbastanza abbordabili, considerando che si tratta sempre di una vettura coupé della Ferrari.

La Ferrari 412: le innovazioni interne ed esterne rispetto alla 400i

Nella Ferrari 412 sono stati modificati diversi dettagli, sia nella carrozzeria che nella dotazione degli interni: innanzitutto gli ingegneri hanno voluto darle una linea posteriore più alta, con un buon vano per il bagaglio, mentre sul davanti hanno inserito uno spoiler più marcato, in grado di conferirle un'aerodinamica più efficace. La Ferrari 412 è stata disegnata, come tanti altri modelli della casa automobilistica di Maranello, da Pininfarina che ha voluto modificare i longheroni e realizzare dei paraurti in tinta con la carrozzeria della vettura. Nella Ferrari 412 anche le ruote hanno subito un restyling, così come i bordi dei finestrini, che sono diventati neri, e i nuovi indicatori direzionali.

Ferrari 412: motori prestanti e leggeri per superare le avversarie

Nella Ferrari 412 la cilindrata è stata incrementata di circa l'8%: passa quindi dai 4824 ai 4943 cm³ per un motore sempre V12. Inoltre è stato adottato, di serie, un buon impianto ABS della Bosch. Grazie a questo aumento della cubatura del motore la potenza della Ferrari 412 diventa di 340 cv. La coppia aumenta del 9,5% circa e migliora anche la sua accelerazione: il tempo per passare da zero a 100 km/h scende a 6,7? e, con una partenza da ferma, è in grado di percorrere 400 metri in soli 14 secondi e 6 decimi, mentre la precedente 400i in 14 secondi e 8 decimi.