Suzuki Samurai - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Suzuki Samurai

Suzuki Samurai

Il fuoristrada Suzuki Samurai è stato presentato per la prima volta nel 1979 con il nome di Suzuki LJ 80. In Germania ha fatto la sua prima apparizione all'IAA nel 1979. Di pari passo con le modifiche tecniche e i lifting facciali ci sono stati cambiamenti anche nel nome. Così al Suzuki LJ 80 sono succeduti l'SJ 410 e l'SJ 413, dal quale ha avuto infine origine nel 1988 il Suzuki Samurai. Continua a leggere

Trova ora l'auto dei tuoi sogni

Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

Carrozzeria

Colore carrozzeria

Se l'LJ 80 era disponibile ancora con due varianti di motore, uno a tre cilindri con una cilindrata di 539 cm³ e 28 CV e uno a quattro cilindri con 797 cm³ e 41 CV, l' SJ 410 fa il proprio ingresso sul mercato con un motore da 1,1 litri con 33 kW (45 CV). Entrambe le versioni venivano proposte sia a tre porte con tetto in acciaio che come cabriolet con soft- o hard-top. L'SJ 413, in commercio dal 1984, venne dotato anche di un motore da 1,3 litri con le prestazioni di 47 kW (64 CV). Oltre agli accessori consueti l'SJ 413 disponeva anche di una trazione integrale attivabile. La cifra 13 nel nome indicava il motore da 1,3 litri. Dopo ulteriori modifiche estetiche nel 1988 vi fu un cambiamento anche nella denominazione.

Il Suzuki Samurai venne offerto, in qualità di erede, in due versioni di motorizzazione: l'una con 1,315 cm³ e 44 kW (60 KW) e l'altra, un po' più potente, con 1.298 cm³ e 51 kW (70 CV). Queste due varianti vennero completate da una terza turbo diesel da 1,9 litri (di Peugeot) con 63 CV, che venne lanciata sul mercato nel 1999. Il Samurai, prodotto fino al 2000, esisteva inoltre con capote pieghevole o in versione chiusa.