Alfa Romeo Spider - vendo e cerco usato o nuovo - AutoScout24

Trova la tua auto da sogno

Offerte per la tua ricerca

Offerte per la tua ricerca

La storia dei successi dell'Alfa Spider cominciò nel 1966, quando l'Alfa Romeo fu fra le prime case automobilistiche a realizzare il progetto ambizioso di produrre in serie un coupè sportivo elegante ed in grado di soddisfare le esigenze più esclusive - e ciò, per di più, ad un prezzo ragionevole. Il modello di base, Spider Duetto, è stato prodotto, con minime variazioni, fino al 1983 mantenendo il design della carrozzeria praticamente immutato. Ancora oggi questo primo modello è molto richiesto come macchina d'epoca e ricorda un po', con la parte posteriore tondeggiante e la sua linea dinamica, divenuta un classico, i vecchi modelli della Porsche o della Mercedes.

Dopo essere stata rimpiazzata dall'Alfa Spider Aerodinamica, fra il 1986 ad il 1993 venne prodotta l'ultima versione della Spider, per farvi poi succedere i modelli dell'Alfa Romeo GT, Alfa GTV e Alfa Romeo Brera, tutti all'altezza del loro ruolo. Nonostante ciò l'Alfa Spider 3,2 V6 del 1993 rimane pur sempre la seconda vettura più veloce mai prodotta in serie dalla casa Alfa Romeo. Può raggiungere una velocità massima di 242 km/h e dispone di 240 CV. Anche la seconda variante, essenzialmente identica, la Spider 2,0 TS 16V, possiede comunque 150 CV. Il piacere di guida è garantito in entrambi i modelli: comportamento di guida, tenuta di strada, sonorità del motore, collocazione ordinata degli elementi di comando e maneggevolezza soddisfano tutte le necessità degli amanti della guida sportiva che sappiano lasciarsi conquistare dai classici fra i veicoli sport.

Naturalmente ciò comporta anche inconvenienti: l'Alfa Spider offre un comfort di seduta ridotto e la mancanza di spazio è evidente. Inoltre bisogna sottolineare che gli standard tecnici in termini di sicurezza, rispecchiando la situazione del 1993, non sono particolarmente elevati.

Anche supporti elettronici alla guida e optional in punto comfort devono essere, nella misura del possibile, installati successivamente come extra. Anche per quanto riguarda il resto, nell'Alfa Spider si viene confrontati con una vasta gamma di difetti, diffusi anche in altre vetture italiane dei primi anni '90. La corrosione, come anche frequenti guasti di parti del motore, quali pompa dell'acqua o guarnizioni della testa dei cilindri, rappresentano un problema da non sottovalutare. E anche se questi difetti non possono inquietare un vero alfista, la Alfa Romeo Spider resta un'auto per conoscitori e amanti del genere.

Un punto a favore dell'Alfa Spider è la sua disponibilità anche in versione cabriolet, come solo pochi modelli del marchio Alfa Romeo. Ciò fa sì che, tralasciando i problemi legati a cura e manutenzione, possa soddisfare in modo pieno e completo i requisiti richiesti da una guida sportiva e piacevole.

Mehr anzeigen