Compra BMW Z su AutoScout24.it

Trova la tua auto da sogno
Purtroppo non è presente al momento alcun auto con le caratteristiche desiderate. In alternativa abbiamo trovato

Offerte per la tua ricerca

Offerte per la tua ricerca

La prima delle BMW Z: la BMW Z1

Le BMW Z rappresentano il concetto del futuro per la casa bavarese BMW, che generalmente viene associato a vetture innovative dal carattere sportivo di tipo roadster. La scelta di testare il futuro (la lettera Z trae origine dalla parola Zukunft, futuro in tedesco) su vetture roadster deriva dal fatto che questo tipo di vetture sono di fatto seconde auto, dei giocattoli futuristici in grado di fare la felicità dei propri possessori. La prima BMW Z fu la Z1, lanciata sul mercato nel 1989. Questa futuristica roadster aveva una linea profilata e geometrica, dominata dal lungo muso filante, l'abitacolo spostato verso l'asse posteriore ed una piccola coda tronca alta dotata di una appendice integrata. Caratteristiche del modello BMW Z1 erano le due porte di ridotte dimensioni, che si aprivano premendo un pulsante e scendevano trovando alloggio nell'alto sottoporta. La vettura venne prodotta esclusivamente con il motore a benzina 6 cilindri in linea di 2.500 cc di cilindrata, in grado di erogare 170 CV. Questo motore unito alla leggerezza della vettura realizzata in pannelli di fibra smontabili, che pesava solamente 1.250 kg, consentiva una ottima guidabilità ed eccellenti prestazioni di ripresa, accelerazione da 0 a 100 km/h in 9 secondi e 220 km/h di velocità massima. Venne prodotta in serie limitata ad 8000 esemplari.

La prima BMW Z di produzione di serie: la BMW Z3

La BMW Z3 fu la seconda BMW Z prodotta nel 1996, si presentò sul mercato con una accattivante linea moderna e tondeggiante. Anche in questo caso l'impostazione della roadster fu alla base delle scelte tecniche e stilistiche adottate per il modello. La Z3 fu un modello di normale produzione, con motori da 1.800 cc a 3.200 cc della versione Z3 M, realizzata dalla Motorsport. La BMW Z3 venne successivamente prodotta anche in versione coupé, con un abitacolo molto arretrato rispetto al corpo dell'auto e identificabile dalla coda a taglio verticale, una linea particolare che divise gli appassionati. La Z3 ottenne un enorme successo commerciale e venne prodotta fino al 2002, con un solo intervento di lieve restyling.

L'esclusivissima BMW Z8

Nel 2000 venne lanciata, sulla scia del successo delle Z3, la BMW Z8, una roadster supercar in edizione limitata a 5.703 esemplari prodotti, dotata del potente motore 8 cilindri da 400 CV derivato dalla BMW M5, con una linea accattivante sinuosa e riuscitissima, che richiamava le gloriose BMW 507 roadster del passato. La BMW Z8 aveva un elevato prezzo di listino ed era una vettura realmente esclusiva, dotata di elevate prestazioni, quali accellerazione da 0 a 100 km/h in soli 4,7 secondi e 250 km/h di velocità massima, autolimitata elettronicamente.

La seconda BMW Z di serie: la BMW Z4

La BMW Z4 è l'erede della Z3 nella produzione BMW, venne presentata nel 2002 in versione roadster, con impostazione simile a motore anteriore, muso pronunciato, trazione posteriore e coda corta. La BMW Z4 venne prodotta anche in versione coupé nel 2006. Questa vettura sportiva è disponibile con diversi motori da 2.000 cc a 3.200 cc, tutti in grado di fornire prestazioni sportive di guida. La BMW Z4 subì un profondo restyling nel 2009, con nuove linee che coprivano il corpo vettura in modo più avvolgente e sinuoso.

Le BMW Z nel settore delle auto usate

Sul mercato dell'usato auto, le BMW Z sono vetture reperibili ed abbastanza convenienti nelle versioni Z3 e Z4, quelle cioè prodotte in serie. Al contrario, la BMW Z1 ed ancor di più la BMW Z8, perché più rara e performante, sono vetture da alta collezione, che hanno un notevole valore storico e collezionistico. Tutte comunque rappresentano l'opportunità di possedere il futuro, così come visto da BMW.

Mehr anzeigen