Mercedes-Benz A 200 - compro o vendi auto usate o nuove - AutoScout24

Trova la tua auto da sogno

Offerte per la tua ricerca

Offerte per la tua ricerca

Lancio come modello "top" della classe A nel 2004


Quando nel 1997 la casa automobilistica di Stoccarda Daimler ha lanciato sul mercato la sua Mercedes classe A, ha compiuto il primo passo verso l’ampliamento di quel programma di modelli che negli anni successivi sarà completato nel segmento delle auto compatte con le Mercedes classe B. Essendo stata concepita come utilitaria per l’uso in città, i progettisti si erano inizialmente accontentati di montare a bordo delle piccole Mercedes motori altrettanto piccoli, per l’esattezza dalla cilindrata di 1,4 e 1,6 litri. Soltanto nel 2002 con la Mercedes A 210 Evolution hanno sondato se il mercato era disposto ad accogliere una Baby-Benz più potente, dotata di un propulsore da 2,1 litri in grado di sviluppare una potenza di 103 kW (140 CV). Di fronte al fatto che questa evoluzione della serie dei modelli di piccole dimensioni verso la sportività si è rivelata un successo, la casa sveva ha deciso di inserire la variante dalla motorizzazione migliore come componente fissa del programma della classe A della seconda generazione, per cui nel 2004 la Mercedes A 200 è entrata a farvi parte come nuovo modello "top".


Concetto di spazio variabile per la Mercedes A 200 cinque porte


La Mercedes A 200 è stata proposta dal 2004 in due varianti di carrozzeria e in versione tre e cinque porte. In virtù del suo concetto di spazio variabile, con lo schienale del divano posteriore ribassato e il sedile accanto al posto di guida applicato nel senso opposto a quello di marcia, la versione cinque porte raggiungeva una capacità di carico di quasi 2000 litri. Questa possibilità di trasformare la Baby-Benz in una sorta di minifurgone era dovuta in primo luogo alla progettazione della carrozzeria, che per quest’auto lunga 3,83 metri prevedeva un tetto alto 1,60 metri, cosa però che, in relazione al peso di 1300 chilogrammi, costituiva uno svantaggio durante la marcia a velocità sostenuta a condizioni di vento forte.


Concetto di sicurezza dalla Mercedes A 200


Il problema dell’instabilità dei primissimi modelli della classe A, dimostrata dai frequenti cappottamenti durante il famoso test dell’alce, sulla Mercedes A 200 era comunque completamente risolto grazie al sistema elettronico di stabilizzazione ESP di serie. L’equipaggiamento di sicurezza di serie della Mercedes A 200 prevedeva inoltre un controllo della trazione, ABS e l’assortimento di airbag consueto per questa classe. Come la prima generazione della classe A, anche la Mercedes A 200 è stata realizzata secondo “a sandwich”, ovvero secondo il sistema di costruzione appositamente concepito dalla Mercedes per le sue auto di piccole dimensioni, che in caso di collisione conferisce alla gabbia-abitacolo una maggiore stabilità.


Motorizzazione di base della Mercedes A 200


Per soddisfare il desiderio di una performance maggiore per la classe A, la casa di Stoccarda inizialmente dotava la versione "top" del suo modello di base Mercedes A 200 esclusivamente di un motore a benzina da 100 kW (136 CV), in grado di raggiungere una velocità massima di 200 km/k compiendo lo sprint da 0 a 100 km/h in 9,8 secondi. Il consumo medio in modalità combinata era dichiarato pari a 6,7 litri, equivalenti ad un’emissione di 156 g/km di CO2.


Mercedes A 200 turbo


Nel 2005 è stata proposta una variante ancora più potente, nella fattispecie con motore turbo a benzina dalla potenza di 142 kW (193 CV). Così equipaggiata, la Mercedes A 200 raggiungeva ora una velocità massima di 218 km/h compiendo lo sprint da 0 a 100 km/h in 7,5 secondi. A titolo di confronto, il modello più piccolo della classe A da 70 kW (95 CV) poteva accelerare soltanto fino a 175 km/h e impiegava il doppio di tempo per lo sprint. A bordo della Mercedes A 200 Turbo veniva montato un cambio manuale a sei marce, mentre il modello non supportato dal turbo veniva dotato di un cambio manuale a cinque marce. In entrambe queste versioni, i motori a benzina risultavano conformi alla norma Euro 4. Per la Mercedes A 200 Turbo la casa di Stoccarda dichiarava un consumo medio di 7,5 litri di carburante (pari a 178 g/km di CO2).


Mercedes A 200 Diesel


La versione Diesel della Mercedes A 200, presentata nel 2004, era provvista di un motore turbo Common Rail dalla potenza di 104 kW (140 CV) e un motore ad accensione spontanea in grado di accelerare la classe A per la prima volta oltre la tacca dei 200 km/h. Il motore Diesel più piccolo da 60 kW (82 CV) riusciva già a raggiungere una velocità di 165 km/h. Dal 2005 la versione Diesel è stata dotata di serie di filtro anti particolato. Per la versione Diesel "top" era disponibile un cambio automatico a sei marce. In modalità Mix la Mercedes A 200 CDI consumava 5,2 litri di gasolio, pari a un’emissione di 135 g/km di CO2.

Mehr anzeigen