Rimorchi: informazioni e caratteristiche principali

Il rimorchio è un mezzo di trasporto privo di motore proprio, pensato per essere trainato da parte di veicoli attrezzati che prendono il nome di motrici. La differenza con il semirimorchio consiste nel fatto che quest'ultimo scarica solo in parte il peso sui suoi assi, appoggiandosi al trattore stradale.

Informazioni generali, caratteristiche e tipologie

I rimorchi destinati a circolare su strada vengono regolamentati dall'art.56 del Codice della strada. Si tratta di un veicolo per cui è necessaria un'immatricolazione indipendente dal mezzo di trasporto trainante. Sul retro del rimorchio deve essere esposta la targa che certifica l'avvenuta immatricolazione del veicolo e la dicitura "rimorchio".   I rimorchi per autovetture sono destinati sia al trasporto di merci, sia ai viaggi di piacere, come nel caso della roulotte. L'aggancio tra rimorchio e auto avviene tramite un gancio; la frenata è generata, di solito, per inerzia. I rimorchi per autovetture sono, quasi sempre, a un solo asse, tranne quando viene superata la lunghezza di 7,50m. In questi casi, infatti, i rimorchi devono trasportare pesi molto sostenuti. Il peso massimo che può sopportare il rimorchio dipende esclusivamente dal mezzo trainante; esso viene indicato sulla carta di circolazione al momento dell'immatricolazione del veicolo.   I rimorchi per autocarri sono più complessi dal punto di vista degli equipaggiamenti rispetto a quelli per autovetture. Sono dotati di un assetto frenante molto potente, con funzionamento ad aria compressa, controllato dall'autocarro trainante. L'impianto di aggancio del rimorchio è molto più grande e complesso, formato da una campana, posizionata posteriormente all'autocarro, sulla quale si incastra il timone del rimorchio tramite un piolo in acciaio.   Il numero degli assi del rimorchio può variare a seconda della lunghezza e del carico, mentre la lunghezza può cambiare da 6 a 8 m; il peso del carico è sempre in relazione al veicolo trainante. Insieme a quest'ultimo, il rimorchio forma il peso a terra totale che, in Italia, non deve superare le 44 t, secondo quanto stabilito dalla legge.   I rimorchi per autobus e filobus hanno avuto una notevole diffusione a partire dagli anni '30. Permettevano di aumentare il numero dei passeggeri, soprattutto nelle ore di punta. In Italia, questo tipo di rimorchio non ha conosciuto grande successo: l'ultimo autobus dotato di rimorchio è circolato fino agli anni '80. Il suo uso prosegue, però, in Germania e Svizzera. Oltre a quelli stradali, vi sono altri tipi di rimorchi che si agganciano ai trattori agricoli.   La differenza fondamentale tra un rimorchio stradale e uno agricolo sta nel tipo di aggancio al mezzo trainante. Nei rimorchi agricoli l'occhione ruota lungo l'asse di trazione, mentre il gancio del trattore rimane fisso; nei rimorchi stradali accade il contrario. Per quanto riguarda il resto, i rimorchi agricoli rispettano le stesse regole dei rimorchi per autocarri in termini di peso e lunghezza. Hanno, inoltre, un impianto frenante meno performante, in virtù della minore velocità.   I rimorchi agricoli sono destinati al trasporto e allo spostamento di macchine o attrezzature agricole; tutti gli altri tipi di veicoli, privi di motore e trainabili da mezzi agricoli, vengono classificati e definiti come macchine agricole trainate o semiportate. Questo tipo di veicolo ha meno limitazioni e regole rispetto al rimorchio propriamente detto.   Anche i rimorchi agricoli, come quelli stradali, devono essere immatricolati e muniti di meccanismi di segnalazione e di illuminazione. Alcuni di essi sono muniti di un gancio da traino che può essere utilizzato solamente sul campo, ma non quando il veicolo circola su strada.   Altro rimorchio particolare è la cosiddetta biga, il cui asse è posizionato in prossimità del baricentro. Le bighe, come i classici rimorchi, scaricano il peso esclusivamente sui propri assi, ma consentono una maggiore manovrabilità rispetto a quella dei rimorchi comuni.

Le maggiori aziende produttrici di rimorchi

Molte sono le aziende produttrici di rimorchi e veicoli per la movimentazione. Tra le più famose citiamo OM Still, attiva da 50 anni nel settore della movimentazione; produce veicoli di grande qualità e affidabilità. O.ME.P.S., azienda italiana leader nel settore, si distingue per la grande attenzione all'innovazione. In ambito tedesco, Thaler è un'azienda sinonimo di affidabilità e sicurezza su strada. Il Portogallo si distingue per Novodinàmica S.L.U., azienda nata negli anni '80; attiva nel settore dei trasporti da 30 anni, produce veicoli personalizzati e di grande innovazione tecnologica.

I modelli principali

Tra i modelli dell'azienda OM Still troviamo il LiftRunner® C rimorchio a 2 assi per lavori di magazzino e il LiftRunner® B. Tra i nuovi mezzi proposti dall'azienda O.ME.P.S., c'è l'RM 30, rimorchio tandem per prodotti in polvere. I modelli della Thaler da citare sono il rimorchio tandem modello TTA xx86 series, il rimorchio a 2 assi TTA 14008S e il rimorchio per carichi eccezionali modello TTA 25014 EX.   Abbiamo infine la Novodinàmica con i modelli 6052 e 6053 per il trasporto di attrezzatura industriale, così come il 6055 a 2 assi dotato di avantreno rotante.
Torna su