Passa al contenuto principale
Causa lavori di manutenzione attualmente la disponibilità di AutoScout24 è limitata. Questo riguarda in particolare funzioni quali i canali di contatto con i venditori, l’accesso o le modifiche ai veicoli in vendita.

BMW i3

Pro
  • Stile unico e futuristico sia fuori che dentro
  • Guidabilità al top tra le elettriche
Contro
  • Praticità ed accessibilità ai posti dietro migliorabili
  • Autonomia delle versioni da 60 Ah davvero ridotta

BMW i3: dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti

Le automobili elettriche, per molti, sono adatte solo alla città. Perché allora non rendere emozionanti e particolari queste elettriche cittadine, facendo così diventare più interessante e sostenibile la routine quotidiana in mezzo al traffico? Questa è stata l’idea dietro alla BMW i3, la prima vettura completamente elettrica realizzata dalla Casa bavarese. Nata e concepita come vettura elettrica, BMW i3 è una vera e propria Supercar da città: look futuristico, interni particolari e ricercati, carrozzeria in fibra di carbonio, trazione posteriore e un piacere di guida davvero interessante. Continua a leggere

Modelli alternativi

Le domande e risposte più comuni.

Il listino prezzi dell’elettrica bavarese parte da 60.900 euro per la configurazione con singolo motore elettrico (340 CV) e sale a 73.000 euro per la versione M50 che monta due motori elettrici e offre un’autonomia massima di 510 km.

Sono attualmente due le vetture BMW completamente elettriche. La BMW i4 parte da 60.900 euro, la iX parte da 84.000 euro.

La BMW i4 è uscita nel mese di novembre 2021, mese che ha dato il via all’apertura degli ordini. Viene offerta negli allestimenti Sport e M Sport, più l’esclusiva M50 che presenta contenuti esclusivi e arriva a una potenza massima di 544 CV.

Nata nel 2013, BMW i3 è ad oggi una delle elettriche più longeve in produzione, nonché una delle più particolari. Se infatti le prime versioni di i3 erano dotata di batterie davvero piccole e, per chi voleva più autonomia, di una particolare soluzione Range Extender con un motore motociclistico a fare da generatore di energia, le ultime versioni della citycar elettrica bavarese hanno duplicato la capacità della batteria, offrendo un’autonomia interessante senza rinunciare alle classiche prestazioni da vera BMW a cui i3 ci ha abituati. Dopo quasi 10 anni di carriera, quest’anno i3 saluterà la compagnia, ma oggi è una delle elettriche più interessanti sul mercato dell’usato.

Scopriamo allora dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti di BMW i3.

Dimensioni BMW i3

Le dimensioni della BMW i3 sono:

  • lunghezza 4,01 metri
  • larghezza 1,78 metri
  • altezza 1,58 metri
  • passo 2,57 metri

Da fuori, BMW i3 è una vettura estremamente originale e particolarissima. L’estetica e l’idea dietro al progetto i3 è infatti estremamente fuori dagli schemi, soprattutto per una Casa come BMW: i3 è infatti una vettura dedicata alla città, per un ritorno alle vetture compatte dopo le Isetta, 600 e 700 viste tra gli anni ’50 e ’60. Come entrambe le “antenate”, BMW i3 ha un’architettura a motore e trazione posteriore, ma a stupire è lo stile, incredibilmente fuori da ogni schema mai visto non solo su una BMW, ma anche nel mondo delle automobili di serie. Da ogni angolo, infatti, BMW i3 sembra una concept car, un prototipo lontanissimo dalla produzione. In realtà, come abbiamo visto bene, i3 è arrivata sul mercato con il suo stile personalissimo. Il frontale è dotato di un cofano molto corto, di un doppio “set” di fari e di una particolarissima griglia a doppio rene. Rispetto alle altre BMW, infatti, la griglia di i3 è carenata, lì solamente per rendere questa vettura una BMW a tutti gli effetti.

Il paraurti molto sviluppato in altezza la rende adatta anche alle “botte” da parcheggio, mentre tantissime i3 sono realizzate con verniciatura bicolore, con il cofano nero a contrasto rispetto alla carrozzeria. Lateralmente si può notare un profilo a dir poco inusuale, con una linea dei finestrini irregolare, che inizia in maniera tradizionale, si abbassa a livello dei finestrini posteriori per poi risalire per il terzo finestrino, molto sottile a causa del tetto molto discendente. Anche le stesse portiere sono molto particolari: dietro alle classiche porte anteriori troviamo due sportelli aggiuntivi molto piccoli ed incernierati posteriormente, per un’apertura ad armadio che agevola (sulla carta) l’accessibilità posteriore. I cerchi partono da 19 pollici e possono arrivare anche a 21 pollici, ma per il massimo dell’efficienza la larghezza delle gomme è contenutissima: 155 mm davanti e 175 mm dietro. E proprio il posteriore regala ancora delle sorprese, con un portellone realizzato interamente in cristallo nero, all’interno del quale sono annegati i fari posteriori, a LED come il resto dei proiettori. Il portellone è poi molto rigoroso e verticale, unito ad un lunotto davvero piccolo: insieme, regalano ad i3 un look davvero folle e particolare, ancora estremamente moderno e innovativo anche a 10 anni dalla presentazione, che mai ci saremmo aspettati di vedere su una citycar, tantomeno by BMW. Concludendo con le dimensioni di BMW i3, la compatta bavarese offre un vano di carico di 260 litri, ampliabili a 1.100 abbattendo i sedili posteriori.

Interni BMW i3

Se vi aspettate degli interni di BMW i3 che riportino sulla “terraferma” dopo le follie degli esterni, beh rimarrete delusi. Anche all’interno, infatti, la compatta bavarese spinge l’acceleratore dell’originalità, offrendo linee a dir poco uniche e mai viste prima. Salendo a bordo, si nota subito il battitacco realizzato in fibra di carbonio non verniciata, un tocco che rende i3 ancora più unica e particolare. In realtà, non si tratta di fibra di carbonio “pura”, ma di CFRP, Carbon Fibre-Reinforced Plastic, un materiale realizzato in plastica rinforzata con fibra di carbonio, che rende i3 incredibilmente leggera. Una volta preso posto sui sottilissimi sedili, BMW i3 stupisce con un’impostazione completamente fuori dagli schemi. Il volante è a due razze, simile a quello di alcune MINI del passato, con dettagli blu che rimandano al suo essere elettrica, mentre il selettore del cambio è al volante, come visto su alcune elettriche più moderne. Questo ha permesso di avere una plancia completamente verticale e staccata dal tunnel centrale, pressoché assente. Anche il quadro strumenti è quasi assente, estremamente minimale e rappresentato da un piccolo schermo ad alta definizione che restituisce solo le informazioni indispensabili.

Dietro al quadro strumenti troviamo poi un… vuoto! Esatto: gli interni di BMW i3 hanno diversi livelli, con un’estetica davvero particolare e un vero e proprio foro al centro, sopra al quale troviamo il sistema di infotainment flottante a mezza altezza. Una soluzione estremamente originale, impreziosita dai rivestimenti in fibre vegetali, derivate anche dalle piante di eucalipto, che però non pregiudica troppo la praticità. Nella parte “tradizionale” della plancia troviamo infatti una piccola consolle dove troviamo i comandi del climatizzatore, i selettori rapidi del sistema iDrive e, nella risicata console centrale, vicino al comando per il freno a mano elettronico troviamo un portabicchieri e il classico rotore dell’iDrive, indispensabile per comandare il sistema proprietario BMW. Sotto alla plancetta dei comandi troviamo poi una retina portaoggetti, mentre tutti i materiali sono estremamente avveniristici ed assemblati con cura certosina, dai pannelli porta ai sedili, disponibili in pelle animale o in SensaTec cruelty-free. Concludendo con gli interni di BMW i3, lo spazio è sorprendentemente buono sia davanti, dove la posizione di guida alta è comoda anche per i più alti, che soprattutto dietro, dove il tetto alto aiuta con l’abitabilità dei due passeggeri omologati sul divano. L’unica problematica riguarda l’accessibilità ai posti posteriori: le piccole porte controvento richiedono una bella dose di agilità per essere utilizzate.

bmw-i3-Interior bmw-i3-Seating

Motori BMW i3

La gamma motori di BMW i3 è stata molto più variegata di quanto si possa immaginare su una vettura 100% elettrica. Nel 2013, infatti, BMW i3 è stata lanciata con un motore posteriore da 170 CV e 250 Nm di coppia, che muove esclusivamente le ruote posteriori tramite un cambio a singola velocità. Le prestazioni, grazie ad un peso piuma di soli 1.195 kg, sono ottime: 0-100 km/h coperto in 7,2 secondi, 0-50 in 3,7 secondi e una velocità massima di 150 km/h autolimitata. La batteria utilizzata da BMW per le prime i3 è chiamata 60 Ah, con una capacità lorda di 22,2 kWh e netta di 18,8 kWh. Si tratta di un pacco batterie davvero piccolo, oggi superato anche da diverse automobili plug-in, che garantiva un’autonomia omologata di 160 km in ciclo WLTP. Per ovviare al problema, BMW ha lanciato pochi mesi dopo l’uscita di i3 una particolare versione, la REx, o Range Extender. Insieme al motore elettrico e alla batteria, la versione REx ospitava anche un motore termico, nello specifico un bicilindrico 650 derivato dallo scooter BMW C650 di produzione Kymco, dotato di 34 CV. Questo motore però si occupa solamente di ricaricare la batteria, ed interviene solo quando questa scende intorno al 10%.

Dotato di un serbatoio di benzina di 9,5 litri, promette un consumo di 31,6 km/l di media, permettendo così di superare i 300 km teorici di autonomia. A causa del peso di motore e serbatoio, maggiorato di 120 kg, le prestazioni sono meno vivaci, con lo 0-100 km/h che passa da 7,2 a 7,9 secondi. Nel 2016, BMW i3 ha ricevuto un aggiornamento, con una batteria da 94 Ah (33 kWh) che migliora del 50% l’autonomia, ora capace di superare i 200 km reali. Anche con la batteria maggiorata (che porta il peso a 1.320 kg), BMW offre la versione Range Extender, ora in grado di superare i 350 km di autonomia. Dal 2018, però, BMW ha aggiunto una sportiva versione s: la i3s porta il motore a 184 CV e 270 Nm di coppia, riducendo lo 0-100 km/h a 6,9 secondi e offrendo gomme più larghe, da 195 mm al posteriore e 175 all’anteriore. La gamma motori di BMW i3 ha ricevuto infine l’ultima novità nel 2019, quando la Casa di Monaco ha aggiornato per l’ultima volta le batterie, montando un nuovo accumulatore da 120 Ah, o 42,2 kWh. Questa batteria così grande ha tolto spazio (e senso) alla versione REx, eliminata dal listino. Oggi infatti BMW i3 è disponibile unicamente come pure electric, con un’autonomia teorica di 310 km con ciclo WLTP per la i3 da 170 CV e 285 km per la più potente i3s da 184 CV.

Motori BMW i3

Elettrica

  • i3 120 Ah, mot. el. post., 170 CV, traz. post., batteria da 42,2 kWh, autonomia WLTP 308 km
  • i3s 120 Ah, mot. el. post., 184 CV, traz. post., batteria da 42,2 kWh, autonomia WLTP 284 km

Prezzi BMW i3

Al lancio, il listino prezzi di BMW i3 prevedeva un solo allestimento, offerto a 36.500 euro per la 60 Ah 100% elettrica e a 41.150 euro per la 60 Ah con Range Extender. Oggi, invece, con l’eliminazione della versione ibrida plug-in (se così possiamo chiamarla), i prezzi di BMW i3 sono in linea con quella versione di lancio, seppur leggermente più alti per via dell’autonomia più che raddoppiata, passata da 190 km teorici in ciclo NEDC ai 310 km visti in ciclo WLTP, molto più severo dell’NEDC. Oggi, BMW i3 parte da 40.600 euro per la i3 da 170 CV, mentre salgono a 44.400 euro per la i3s da 184 CV, più sportiva e dinamica alla guida. L’allestimento di serie poi prevede i cerchi in lega da 19 pollici, i fari Full LED, il clima, l’infotainment da 6,5 pollici, i sensori di parcheggio posteriori, il Cruise control, il piccolo quadro strumenti digitale e il selettore delle modalità di guida. In listino troviamo poi anche la versione Advantage, che aggiunge in più lo schermo da 8,8 pollici per il navigatore, il volante multifunzione, il portabicchieri anteriore, il clima automatico, i cerchi più appaganti da 19 pollici e delle modanature più piacevoli sia dentro che fuori.

La i3s, infine, offre di serie i sedili sportivi, i cerchi da 20 pollici e i paraurti anteriori e posteriori più sportivi. Tra gli optional, utilissimo il riscaldamento a pompa di calore, che permette di ridurre i consumi del riscaldamento e massimizzare ancora di più l’autonomia della vettura. Attenzione però ai prezzi di BMW i3 sul mercato dell’usato. Grazie al brand, alle sue caratteristiche di guidabilità e alla sua personalità, BMW i3 è stata una delle elettriche più vendute in Europa: per questo, ci sono diverse i3 in vendita sul mercato dell’usato, a prezzi davvero interessanti. Le versioni dotate di batteria da 60 Ah con circa 100.000 km partono infatti da soli 15.000 euro, con le 94 Ah offerte invece a 19/20.000 euro, e le più moderne 120 Ah che partono da appena 25.000 euro per esemplari del 2019. Attenzione poi alle REx: le versioni con motore a benzina sono omologate come ibride, non offrendo le agevolazioni presenti per le elettriche, ma riducono l’ansia da autonomia. Queste versioni partono da 17.000 euro per le i3 con batteria da 60 Ah, mentre le più capaci 94 Ah con Range Extender partono da 22.000 euro per arrivare anche a 26.000 euro. Le vivaci i3s, invece, partono da 26.500 euro sul mercato dell’usato.

Listino prezzi BMW i3

i3

  • i3 120 Ah, 40.600 euro
  • i3s 120 Ah, 44.400 euro

Advantage

  • i3 120 Ah Advantage, 43.200 euro
  • i3s 120 Ah Advantage, 47.000 euro

BMW i3: concorrenti e conclusioni

La sua linea così particolare e unica ha fatto breccia nel cuore di molti, colpiti dalla sua coraggiosa voglia di osare e di provare qualcosa di diverso. Altri, invece, sono stati convinti dalla sua anima elettrica e sostenibile. Chi l’ha guidata, però, ha apprezzato BMW i3 per l’insospettabile piacere di guida che è in grado di regalare. Insospettabile perché le dimensioni di pochissimo superiori ai 4 metri, il tetto alto e l’estetica così estrema fanno supporre di essere di fronte ad un’elettrica da città e poco più. E infatti, nelle mura cittadine i3 è agilissima, facilissima da guidare e parcheggiare, ed estremamente scattante.

Tra le curve, però, i tecnici BMW hanno inserito tutte le loro competenze nel riuscire a realizzare una compatta elettrica che sappia comportarsi proprio come una BMW tra le curve. Grazie al rigidissimo telaio in CFRP, alla trazione posteriore, ad uno sterzo molto preciso e ad un baricentro bassissimo, BMW i3 è estremamente divertente tra le curve, rendendola una delle elettriche con potenze “umane” più belle da guidare. Il progetto i3 ha anche i suoi difetti: l’accessibilità posteriore è quella che è, così come la capacità del bagagliaio, e l’autonomia delle versioni da 60 e 94 Ah è davvero risicata. Scegliendo una versatile REx con Range Extender o una delle più moderne 120 Ah, però, BMW i3 diventa estremamente sensata e competente, soprattutto vedendo il prezzo di listino a cui è offerta. Con un po’ di fortuna, infatti, con poco più di 20.000 euro ci si porta a casa una vettura ancora oggi moderna e rivoluzionaria, dotata di telaio in materiali compositi e fibra di carbonio, trazione posteriore, una linea futuristica e soluzioni tecniche innovative e uniche. Che possa diventare la più appetibile tra le automobili elettriche usate?

Per via della sua natura anticonformista, trovare delle concorrenti a BMW i3 non è mai stato così facile. Sulla carta, infatti, le rivali principali erano e sono le compatte elettriche simili per prezzo e dimensioni, come Renault Zoe, Peugeot e-208, Opel Corsa-e, ma anche le più grandi Volkswagen ID.3, Nissan Leaf e le più piccole Honda e e FIAT 500. La più simile e temibile delle concorrenti di BMW i3 è però una vettura che condivide il motore con i3, la cugina MINI Cooper SE: dotata dello stesso propulsore da 184 CV della i3s, la MINI Cooper SE è però dotata di una batteria molto più piccola, meno autonomia ma anche della stessa aura di simpatia, unicità e premium che manca alle rivali dirette italiane, francesi o tedesche.

FAQ

Che autonomia ha la BMW i3?

BMW i3 è stata prodotta con tre diverse batterie: la prima, da 60 Ah o 18,8 kWh, che permetteva un’autonomia teorica nel ciclo NEDC di 190 km (120/140 km reali); la seconda, da 94 Ah o 27,2 kWh, che ha portato l’autonomia a 300 km in ciclo NEDC (220 km reali); ed infine l’ultima batteria, la 120 Ah da 42,2 kWh (37,9 netti), che ha portato l’autonomia ad un più generoso valore di 310 km nel più severo ciclo WLTP, corrispondenti ad oltre 270 km reali.

Quanto costa la BMW i3 elettrica?

BMW i3 parte da un prezzo di listino di 40.600 euro per la versione i3, e da oltre 44.000 per la più sportiva e potente i3s. Sul mercato dell’usato, invece, una i3 con batteria 60 Ah da 18,8 kWh e circa 120/150 km di autonomia reale si trova a partire da 14.000 euro per le 100% elettriche e da poco più di 18.000 euro per le REx dotate di Range Extender a benzina capace di portare l’autonomia complessiva a 300 km.

Quando è uscita la BMW i3?

BMW i3 è uscita nel 2013, e da allora ha ricevuto solamente miglioramenti dal punto vista tecnico: l’estetica di esterni ed interni è rimasta la stessa, ed è ancora estremamente moderna e futuristica anche oggi.

Recensioni dei veicoli BMW i3

2 Recensioni

5,0