Tata Indica - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Tata Indica

Tata Indica

La Tata Indica è un'automobile di produzione indiana, commercializzata a partire dal 1998: la vettura si presenta come una city car, con dimensioni compatte e design piacevole. Con una lunghezza di 3,66 metri, una larghezza di 1,63 metri, un'altezza di 1,49 metri e un passo di 2,4 metri, la Tata Indica si dimostra agile nel traffico cittadino, l'ambiente più adatto alla piccola vettura asiatica, concorrente di auto come la Fiat Punto e la Chevrolet Kalos. Continua a leggere

Trova ora l'auto dei tuoi sogni

Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

Tata Indica, la grande... piccola auto

La prima versione dell'automobile è stata lanciata in Europa nel 2000, presentata al pubblico come una vettura low cost ma di buona qualità. La carrozzeria prevede cinque porte con cinque comodi posti. A livello meccanico, l'auto presenta delle sospensioni MacPherson all'avantreno, mentre per il retrotreno sono state scelte delle sospensioni a ruote indipendenti, con bracci semi-oscillanti. Il motore è posizionato davanti, con trazione anteriore; il cambio è di tipo manuale a cinque rapporti. L'abitacolo è abbastanza spazioso in rapporto alle dimensioni esterne, garantendo una buona vivibilità, superiore rispetto alla media delle automobili dello stesso segmento; le rifiniture risultano, però, piuttosto spartane, con largo uso di plastiche economiche. La strumentazione è completa ed è buona la presenza di portaoggetti, uno dei quali è illuminato e provvisto di serratura. Il bagagliaio non offre grandi capacità di carico ed è stato sacrificato per consentire una maggiore comodità interna, mantenendo minime le dimensioni dell'auto. È comunque possibile ribaltare i sedili posteriori per ottenere uno spazio unico. Ciò che ha immediatamente colpito, durante la campagna pubblicitaria indiana della vettura, è stato il bassissimo prezzo di partenza, il quale oscillava attorno agli otto milioni di lire per la versione base e comprendeva una discreta serie di accessori in dotazione. Gli allestimenti più costosi potevano essere arricchiti con il climatizzatore, gli airbag e l'ABS, optional che in quel periodo erano raramente previsti per le city car. Purtroppo per gli italiani, il prezzo di mercato per l'Europa era di circa il doppio rispetto a quello stabilito per l'India, anche se la versione base europea prevedeva più accessori di serie.

La altre serie della Tata Indica

Nel 2007 è stata presentata al pubblico la seconda generazione della Tata Indica, la V2. Le dimensioni della vettura sono state leggermente allungate rispetto alla V1, differenza difficilmente riscontrabile a occhio nudo. A livello tecnico le modifiche sono da considerare irrilevanti, mentre a livello di estetica i cambiamenti sono più tangibili. Il gruppo ottico anteriore è stato ridisegnato, così come i paraurti, sia posteriori che anteriori. Inoltre sono stati introdotti degli allestimenti di maggior prestigio, i quali prevedono i sedili rivestiti in pelle, il tettuccio apribile e cerchi in lega di nuovo tipo. La seconda generazione della Tata Indica continua ad essere prodotta e commercializzata, nonostante sia stata lanciata la terza serie dell'auto, denominata V3 e distribuita a partire dal 2008. La nuova versione è di dimensioni più grandi, con una lunghezza di 3,8 metri, una larghezza di 1,7 metri e un'altezza di 1,55 metri. L'estetica è aggiornata rispetto alla V2, con linee più aggressive e gruppi ottici più moderni. Per la prima volta la Tata Indica è disponibile con la trasmissione automatica. Nel corso degli anni, la Tata ha presentato vari concept della Indica, che però non hanno mai avuto uno sviluppo concreto; tra questi una versione elettrica della V2, con batteria dalle ottime capacità e in grado di effettuare fino a 200 km con un ciclo di carica, superando i 120 km/h come velocità di punta. Nel 2006 è stata introdotta anche una versione sportiva dell'auto, con un motore da sei cilindri in linea da 3500 cc e con 330 cavalli a disposizione, capace di raggiungere i 100 km/h in appena 4,5 secondi e di toccare i 270 km/h. La vettura non è mai stata prodotta in serie. Altra versione sportiva mai entrata in commercio è la Indica Rally, dotata di 117 cavalli e impiegata in alcune gare sportive. La Tata Indica è l'automobile più venduta in assoluto dalla casa automobilistica indiana. Nel mercato delle auto usate sono disponibili tutte le serie della vettura, dalla V1, fuori produzione, alle attuali V2 e V3.

Motorizzazioni della Tata Indica

Durante le prime due serie sono stati prodotti tre propulsori per il mercato europeo, due alimentati a benzina e uno a gasolio. I modelli a benzina sono da 1.2 e da 1.4 litri (quest'ultimo anche a GPL), rispettivamente dotati di potenze di 63 e di 89 cavalli. Il motore diesel è un quattro cilindri in linea turbocompresso (TDI), con potenza di 70 cavalli. La terza serie prevede quattro diverse motorizzazioni, due a benzina e due a diesel; I motori a benzina sono gli stessi montati sulle versioni V1 e V2. Per quanto riguarda i propulsori diesel, uno dei due è il vecchio TDI da 1.4 litri in dotazione alle precedenti serie, mentre l'altro modello è un 1300 cc Quadrajet, sviluppato in collaborazione con la Fiat e dotato di 74 cavalli.