Passa al contenuto principale
Causa lavori di manutenzione attualmente la disponibilità di AutoScout24 è limitata. Questo riguarda in particolare funzioni quali i canali di contatto con i venditori, l’accesso o le modifiche ai veicoli in vendita.

FIAT Punto

Pro
  • Versatilità e concretezza
  • Buoni motori
Contro
  • Tecnologicamente arretrata
  • Qualità costruttiva limitata

FIAT Punto: dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti

Per moltissimi anni, FIAT ha fatto rima con utilitarie semplici ma complete, capaci di rivestire il ruolo di prima auto di famiglia o di utilitaria perfetta per la città. Dopo i successi di FIAT 600, 127 e Uno, quest’ultima ancora oggi automobile più venduta nella storia della Casa torinese con oltre 9,5 milioni di esemplari prodotti in 12 anni di carriera. Per questo, quando nel 1993 FIAT decise di sostituire la sua amatissima Uno con una vettura totalmente nuova ed inedita, in tanti pensavano che non avrebbe avuto il successo della progenitrice. Invece, la nuova utilitaria, la Punto, ebbe forse ancora più successo della Uno. La prima generazione, la 176, sfruttava un disegno tondeggiante e moderno opera di Giorgetto Giugiaro, ma soprattutto delle soluzioni tecniche davvero all’avanguardia. Continua a leggere

Modelli alternativi

All’interno, nonostante le dimensioni compatte (era lunga 3,76 metri), la Punto 176 offriva spazio da vendere per persone e bagagli, e anche soluzioni di pregio come tetto apribile, clima manuale, radio e persino i comandi al volante. Dal punto di vista tecnico, invece, la Punto 176 sfoggiava un pianale completamente nuovo con sospensioni Multilink al posteriore, una soluzione davvero raffinata che ne migliorava comfort e guidabilità. Eletta Auto dell’Anno 1994, nel primo anno e mezzo FIAT vendette più di 1,5 milioni di Punto in tutta Europa.

Il successo della prima Punto fu enorme, ma la sua carriera relativamente breve: nel 1999, infatti, uscì la rinnovata FIAT Punto di seconda generazione, la 188. Con la seconda serie, il Centro Stile FIAT rese lo stile più rigoroso, aumentò notevolmente la sicurezza ma perse la dotazione di spazio, le sospensioni Multilink e, in generale, quelle caratteristiche rivoluzionarie che resero la prima Punto così apprezzata. La seconda generazione fu infatti affiancata dopo soli 5 anni dalla Grande Punto, codice di progetto 199, che affiancò nel 2004 la Punto 188, diventata nel frattempo Classic. Come si intuisce dal nome, la Grande Punto è decisamente più grande della precedente, risultando una delle prime automobili di Segmento B a sforare i 4 metri di lunghezza. Dotata di uno stile davvero sportivo e ancora oggi moderno ad opera della Italdesign di Giugiaro, la Grande Punto era basata sulla piattaforma modulare sviluppata in collaborazione con General Motors, che sulla stessa base costruì la Opel Corsa coeva.

Più sportiva da guidare, più spaziosa e con motori interessanti, la Grande Punto è diventata col tempo una delle vetture più longeve del suo segmento. Nel 2009, FIAT lanciò un restyling della Grande Punto, che andò ad affiancare nei listini: la Punto Evo. Dotata di uno stile più elegante firmato dal Centro Stile FIAT, la Punto Evo risolse uno dei più grandi difetti della Grande Punto, ovvero gli interni di scarsa qualità, introducendo anche i nuovi motori MultiAir. Lo stile della Punto Evo, però, non convinse: FIAT così decise di evolvere la Punto Evo nel 2012 trasformandola semplicemente in Punto. In poche parole, FIAT unì lo stile della Grande Punto di Giugiaro con gli interni della Punto Evo, creando una vettura più moderna ma sempre, indiscutibilmente Punto. E fu questa l’ultima versione prodotta di FIAT Punto, che nell’agosto del 2018 ha salutato per sempre dopo 25 anni di successi senza un’erede diretta, facendo così abbandonare al marchio FIAT il segmento delle utilitarie dopo oltre 60 anni di incredibili successi. Ma oggi ha ancora senso puntare su una cara, vecchia Punto?

Scopriamo allora dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti della FIAT Punto “2012”, l’ultima prodotta dalla Casa torinese.

Dimensioni FIAT Punto

Le dimensioni della FIAT Punto sono:

  • lunghezza 4,07 metri
  • larghezza 1,69 metri
  • altezza 1,49 metri
  • passo 2,51 metri

Dal punto di vista estetico, il terzo restyling del progetto Grande Punto è stato un ritorno alle linee originali dopo il poco amato esperimento Punto Evo. La versione di mezzo del progetto 199 è stata infatti criticata per i grandi paraurti in plastica grezza, rei di “sporcare” le linee davvero sportive e riuscite della Grande Punto firmate Giorgetto Giugiaro. Per questo, il Centro Stile FIAT diretto da Roberto Giolito tornò sui suoi passi, e con la terza iterazione della terza generazione di Punto puntò di nuovo su un look sportivo e pulito, simile a quello di Giugiaro. Il frontale, infatti, è appuntito e basso, con una grande calandra spezzata da un elemento trasversale in tinta carrozzeria che dona un tocco di sportività alla vettura italiana. A caratterizzare il frontale di FIAT Punto ci pensano i grandi fari, di dimensioni davvero generose, che partono quasi dalla mascherina e si ingrandiscono “sforando” nel cofano anteriore.

Lateralmente, la forma a cuneo di FIAT Grande Punto si ritrova quasi invariata sulla Punto 2012, che sfoggia anche le maniglie dalla particolare forma aerodinamica, il piccolo finestrino alla base del parabrezza per aiutare la visibilità e l’andamento ascendente della vettura, che le dona un look molto dinamico. In coda, invece, il paraurti in plastica grezza della Punto 2012 è stato “verniciato” e ora è in tinta con il resto della carrozzeria, come sulla Grande Punto. Invariato anche il portellone, con una soglia piuttosto alta da terra, mentre compare al centro il logo FIAT e, al di sotto, il nuovo logo del modello, semplicemente Punto. Come da tradizione per tutte le generazioni di FIAT Punto, poi, ritroviamo i fari posteriori a sviluppo verticale, che dalla Grande Punto in poi sono stati molto alti, alloggiati direttamente sul montante posteriore. A seconda della versione scelta, poi, la Punto 2012 sfoggiava gli stessi fari con grandi riquadri alogeni della Grande Punto, come sulle Street, o i fari più moderni con cristallo trasparente e firma luminosa più personale della Punto Evo. Concludendo con le dimensioni di FIAT Punto, il bagagliaio è rimasto lo stesso dal 2005, di 270 litri di capacità aumentabili a 1.030 abbattendo il divano. Al lancio di Grande Punto, si trattava di un ottimo valore di capacità, ma dopo lo sviluppo di tutte le dirette concorrenti, alla fine della produzione era un valore al di sotto della media delle concorrenti.

Interni FIAT Punto

Gli interni di FIAT Punto riprendono in toto la plancia introdotta nel 2009 con la Punto Evo, che migliorava e rinnovava molto gli interni, un po’ essenziali, della prima Grande Punto del 2005. La plancia disegnata dal Centro Stile FIAT ha un look piuttosto interessante, anche se i materiali sono, come ci si aspetta da una vettura di questo segmento, rigidi. La parte alta della plancia è rivestita in plastica dura, mentre si riprende con una fascia di materiale diverso e dalla qualità superiore che corre per tutta la larghezza della plancia. Qui troviamo anche il nuovo pannello che include la radio, dotata di CD e connessione Bluetooth, ed affiancata negli ultimi anni di produzione da un piccolo schermo touch da 5 pollici. Il pannello è realizzato in piano black lucido, dall’aspetto piuttosto curato, e sopra le bocchette dell’aria trovava posto, sulle versioni top di gamma, un supporto per il navigatore TomTom asportabile. Al di sotto della radio troviamo una piccola plancetta dedicata al climatizzatore, manuale di serie e automatico sulle versioni top di gamma.

Dietro il grosso volante multifunzione trova posto un quadro strumenti analogico con quadranti dallo stile elegante e quasi retrò, piacevole e piuttosto completo, insieme ad un piccolo schermo a pittogrammi per il computer di bordo. Per il resto, FIAT Punto 2012 ha sfoggiato interni con sedili sportivi e curati fino al 2016, quando la gamma è stata razionalizzata in vista della fine della sua carriera. Non mancano però a richiesta soluzioni come i sensori di parcheggio, il tetto apribile in cristallo, il già citato navigatore, i cerchi in lega con diametro fino a 17 pollici e anche il Cruise Control. Concludendo con gli interni di FIAT Punto, lo spazio è sufficiente davanti, buono anche per i conducenti più alti, mentre dietro due adulti ci stanno con qualche rinuncia per la testa dei più alti, mentre in tre il divano diventa davvero stretto.

fiat-punto-interior fiat-punto-seating

Motori FIAT Punto

La gamma motori di FIAT Punto al lancio, nel 2012, era davvero completa, dotata di motori molto moderni come l’appena nato due cilindri turbo TwinAir, i potenti MultiAir Turbo e MultiJet con potenze fino a 135 CV, oltre che le versioni a GPL e Metano. Dal 2016, invece, FIAT Punto ha salutato tutti i motori più interessanti, lasciando all’interno della gamma solamente un motore a benzina, un Diesel, un motore bifuel benzina/GPL ed uno benzina/metano. Partiamo proprio dai motori rimasti fino alla fine, partendo dal mitico 1.2 Fire. Questo quattro cilindri aspirato da 69 CV e 102 Nm non ha bisogno di presentazioni: immortale, diffusissimo e estremamente fluido, con l’omologazione Euro 6 ha perso ancora più brio, ma rimane parco nei consumi ed incredibilmente affidabile. Ad affiancarlo ci pensa la versione con cilindrata più grande, il 1.4 da 77 CV e 112 Nm, disponibile con alimentazione benzina/GPL, la EasyPower, e benzina/metano, la Natural Power. A chiudere la gamma “finale” di Punto ci pensa l’apprezzatissimo 1.3 MultiJet in versione 16v da 95 CV e 200 Nm di coppia. Questo piccolo Diesel consuma poco, è piuttosto silenzioso ed è davvero vivace e fluido.

Nella gamma motori di FIAT Punto c’è però stato spazio anche per altri motori più interessanti, come ad esempio il piccolo 0.9 TwinAir Turbo. Questo piccolo due cilindri è un capolavoro di ingegneria, capace di avere delle vibrazioni ridotte, dei consumi contenuti e una potenza ragguardevole in rapporto alla cilindrata. Il piccolo TwinAir è infatti disponibile con 85 o con ben 105 CV, per delle prestazioni piuttosto vivaci ed interessanti. Per chi volesse qualcosa di più, invece, FIAT Punto offriva i nuovi 1.4 MultiAir già introdotti con la Punto Evo, sia in versione aspirata da 105 CV che in quella Turbo da 135 CV, capace di scattare da 0 a 100 km/h in 8,5 secondi e superare i 200 km/h. Tutti i motori sono dotati di cambio manuale a 5, mentre solo le 1.4 MultiAir e le TwinAir hanno un cambio a 6 rapporti. Non mancavano, infine, due versioni da 75 e 85 CV del 1.3 MultiJet e una versione solo a benzina del 1.4 da 77 CV. Proprio quest’ultima era l’unica offerta anche con un cambio robotizzato a 5 marce, ora molto raro.

Motori FIAT Punto

Benzina

  • 0.9 TwinAir, 0.9 due cilindri turbo, 85 CV, cambio manuale a 6 marce, trazione anteriore
  • 0.9 TwinAir 105, 0.9 due cilindri turbo, 105 CV, cambio manuale a 6 marce, trazione anteriore
  • 1.2 8v, 1.2 quattro cilindri aspirato, 69 CV, cambio manuale a 5 marce, trazione anteriore
  • 1.4 8v, 1.4 quattro cilindri aspirato, 77 CV, cambio man. a 5 marce o aut. robotizzato a 5 m., traz. ant.
  • 1.4 MultiAir, 1.4 quattro cilindri aspirato, 105 CV, cambio manuale a 6 marce, trazione anteriore
  • 1.4 MultiAir Turbo, 1.4 quattro cilindri turbo, 135 CV, cambio manuale a 6 marce, trazione anteriore

Diesel

  • 1.3 MultiJet 75, 1.3 quattro cilindri turbodiesel da 75 CV, cambio manuale a 5 marce, traz. anteriore
  • 1.3 MultiJet 85, 1.3 quattro cilindri turbodiesel da 85 CV, cambio manuale a 5 marce, traz. anteriore
  • 1.3 MultiJet 95, 1.3 quattro cilindri turbodiesel da 95 CV, cambio manuale a 5 marce, traz. anteriore

GPL

  • 1.4 EasyPower, 1.4 quattro cilindri aspirato benz./GPL, 77 CV, cambio manuale a 5 marce, traz. ant.

Metano

  • 1.4 Natural Power, 1.4 quattro cilindri aspirato benz./metano, 69-77 CV, c. man. a 5 marce, traz. ant.

Prezzi FIAT Punto

Nel 2012, il listino prezzi di FIAT Punto si apriva con il motore 1.2 Fire da 69 CV e l’allestimento d’accesso Pop, offerto a 12.450 euro. A questo prezzo, di serie c’erano il servosterzo elettrico con funzione City, la predisposizione per la radio con ben 6 altoparlanti, i vetri elettrici, l’ESP e la chiusura centralizzata. Niente clima né radio: per averli bisognava passare alla successiva Easy, offerta a 14.050 euro di listino e dotata di cerchi in lega da 15 pollici, radio CD, clima manuale, computer di bordo e volante regolabile in altezza e profondità. Una interessante 900 TwinAir da 85 CV nel ricco allestimento Lounge dotato di sedili e fanali sportivi, sedile posteriore sdoppiato e dotato a richiesta di Clima automatico, cerchi da 17 pollici, Cruise Control e minigonne laterali era offerta a 16.050 euro. Dal 2016, il listino prezzi di FIAT Punto ha perso tutti i motori più raffinati, le versioni speciali Virgin Radio e Racing, e nel 2017 anche la base Pop e la Lounge.

Il listino prezzi dopo il 2018 recitava solamente l’allestimento Street, dotato dei vecchi fari della Grande Punto, di cerchi in acciaio da 15 pollici, clima manuale, radio e computer di bordo. La versione dotata del 1.2 Fire era offerta a 14.430 euro, mentre la più versatile e vivace 1.3 MultiJet da 95 CV arrivava a ben 17.740 euro. Ben diverso, invece, era il prezzo reale in concessionaria, con le 1.2 Fire offerte a poco più di 8.000 euro e le più costose MultiJet tra gli 11 e i 12.000 euro. La FIAT Punto concluse così la sua carriera come una vera e propria Low Cost, lasciando i listini solo nel 2019, quando le scorte delle Punto prodotte a Melfi cessarono. Oggi, invece, portarsi a casa una Punto 2012 può essere molto semplice o molto complicato. Le versioni 1.2 Fire, 1.4 bifuel a GPL o Metano e le varie 1.3 MultiJet sono davvero diffuse, con prezzi che partono da meno di 2.800 euro per gli esemplari più chilometrati fino a 7.500/8.000 euro per le Punto del 2018, con punte di 9.000 euro per le 1.3 MultiJet Euro 6 da 95 CV. Molto diverso invece è il discorso per le versioni più ricercate come le TwinAir e soprattutto le MultiAir e MultiAir Turbo. Queste versioni ancora oggi molto desiderabili sono difficilissime da trovare, e possono costare parecchio: su AutoScout24 ci sono infatti solo quattro Punto TwinAir, con prezzi compresi tra 4.000 e 7.000 euro, e solamente tre MultiAir, con prezzi compresi tra 5 e 7.000 euro.

FIAT Punto: concorrenti e conclusioni

Con la fine della produzione della FIAT Punto nella storica fabbrica di Melfi, per la Casa di Torino si è chiusa un’epoca. Quella del mitico modello Punto, prodotto in oltre 9 milioni di esemplari (3,42 milioni di Punto 176, 2.96 milioni di Punto 188 e 2,67 milioni di Grande Punto/Punto Evo/Punto 199), ma anche delle grandi utilitari della Casa del Lingotto. Con Punto, priva di qualsivoglia erede, FIAT saluta il segmento che più le ha dato soddisfazioni nel corso della sua secolare storia, concentrandosi solo su citycar e SUV. Ad oggi, infatti, FIAT 500X è la sostituta ideale di Punto, offrendo in poco più di 4 metri spazio per tutta la famiglia e una guidabilità facile e alla portata di tutti. Per dimensioni, prezzo e contenuti, però, FIAT Punto è rimasta senza erede all’interno della Casa. Nonostante i suoi difetti dovuti ad un progetto davvero anziano all’uscita dal mercato, la quindicenne Punto era ancora capace di offrire una guidabilità semplice ed intuitiva, un comfort più che adeguato e un ottimo rapporto qualità-prezzo, pagandola con i tantissimi sconti che la Casa offriva ai suoi clienti. Certo, la dotazione di sicurezza attiva è pressochè inesistente, il bagagliaio è sotto la media e con una soglia di carico alta, e la guidabilità sportiveggiante e sbarazzina della Grande Punto è stata ingentilita, peggiorando l’handling ma migliorando il comfort. Il più grande pregio di FIAT Punto è però la versatilità: con una piccola Punto si può fare di tutto, dall’impiego lavorativo a quello cittadino, dai viaggi (preferibilmente con il 1.3 MultiJet) al tempo libero, ed è adatta a tutto e a tutti. Certo, non sarà la più tecnologica, lussuosa o appagante utilitaria in circolazione, ma per la stragrande maggioranza delle persone questa utilitaria piccola ed economica è perfetta per la vita quotidiana.

La Punto, però, perde parecchio il passo se confrontata con le sue dirette rivali. Le concorrenti di FIAT Punto sono infatti tutte più moderne, più potenti, più tecnologiche, più sicure e spesso disponibili allo stesso prezzo. Nel 2018, auto di Segmento B come Renault Clio, la recentemente rinnovata Ford Fiesta, le nuove Volkswagen Polo, SEAT Ibiza e Skoda Fabia, la piccola Suzuki Swift, le Peugeot 208 e Citroen C3, la Toyota Yaris, la Mazda 2 erano tutte automobili sulla carta più valide della piccola Punto, che infatti non ha più retto il peso della concorrenza. Negli ultimi anni di produzione, infatti, le concorrenti di FIAT Punto non erano più le compatte più moderne, ma quelle low cost, capitanate da Dacia Sandero, dalla cugina Lancia Ypsilon e dalla Mitsubishi Space Star. Oggi, invece, FIAT Punto offre un ottimo rapporto prezzo-età, con le più giovani disponibili a diverse migliaia di euro in meno rispetto alle coeve (ma più moderne) rivali.

FAQ

Quando arriva la nuova FIAT Punto?

Ad oggi, si è parlato diverse volte del ritorno sul mercato di una nuova FIAT Punto. Ad oggi, sembra che FIAT stia ragionando su un suo clamoroso ritorno, sfruttando la piattaforma CMF-B di Peugeot 208 e Opel Corsa, ora parte insieme a FIAT della galassia Stellantis. Per ora, però, tutti i ragionamenti sono posticipati almeno al 2023, in attesa di avere la certezza di un clamoroso ritorno.

Quale auto sostituisce la FIAT Punto?

FIAT non ha offerto una sostituta diretta della Punto, almeno in Europa. Se infatti sul mercato sudamericano FIAT Punto è stata sostituita dalla moderna Argo, quest’ultima è rimasta relegata alla sola America Latina. La vettura più simile per dimensioni è infatti la FIAT 500X, più grande, più costosa e dotata di una carrozzeria da SUV, mentre la più simile per rapporto qualità-prezzo e contenuti è la più grande e spaziosa Tipo.

Quante FIAT Punto sono state prodotte?

Dal 1993 al 2018, FIAT ha prodotto oltre 9 milioni di FIAT Punto, 9.070.000 per l’esattezza, così ripartite: 3,42 milioni di FIAT Punto prima serie, la 176, quasi tre milioni di esemplari (2,96 milioni) per la Punto 188 di seconda generazione e infine 2,67 milioni di Punto 199, comprendenti la Grande Punto, la Punto Evo e la Punto “2012”.

Recensioni dei veicoli FIAT Punto

139 Recensioni

4,0