Nissan Almera Tino - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Nissan Almera Tino

Nissan Almera Tino

Nei primi anni del nuovo Millennio, in Italia, e anche nel resto d'Europa, iniziò una capillare diffusione di un segmento di auto non ancora molto in voga nel nostro Paese: quello delle monovolume. Non tutte le case motoristiche avevano un modello di monovolume già pronto da immettere sui mercati del Vecchio Continente, quindi alcune s'ingegnarono con soluzioni ardite, alcune delle quali ebbero anche un buon successo commerciale, come la Nissan Almera Tino. Continua a leggere

Trova ora l'auto dei tuoi sogni

Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

Nissan Almera Tino: monovolume "d'emergenza", ma grande successo commerciale

Si trattava di un restyling corposo della berlina Almera, trasformata con appositi accorgimenti in una monovolume compatta afferente al segmento C. In Italia la Nissan Almera Tino riscosse un buon successo, assai superiore alla versione berlina, passata quasi inosservata. Questa monovolume fu commercializzata nel nostro Paese dal 2000 al 2006, quando Nissan decise di lanciare due nuovi modelli, altrettanto graditi dagli automobilisti italiani: la Note, monovolume compatta realizzata sulla stessa piattaforma della Renault Modus, e il Qashqai, crossover di medie dimensioni.

Un diesel common rail capace di macinare migliaia di km

La Nissan Almera Tino poteva essere equipaggiata con tre diverse motorizzazioni: due a benzina (1,8 e 2,0 litri di cilindrata) e una a gasolio. Stando ai dati commerciali della casa motoristica nipponica, è stata proprio quella alimentata a diesel la versione della monovolume più venduta in Italia. Il motore era un solidissimo common rail con una cilindrata pari a 2.200 cm³, non particolarmente brillante, ma in grado di macinare moltissimi km, tant'è che il modello è ancora molto ricercato sul mercato delle auto usate. Solo tre erano gli allestimenti opzionabili che avevano le tipiche denominazioni usate da Nissan in quel periodo: Visia (base), Acenta (Intermedia) e Tekna (ossia il top di gamma). Nel 2003 la Nissan Almera Tino fu oggetto di un leggerissimo restyling che riguardò soprattutto gli interni, migliorati sotto il profilo estetico e dei materiali.

Nissan Almera Tino: apripista per la Note e il Qashqai

La Nissan Almera Tino ebbe un discreto successo commerciale per un variegato insieme di motivi. Era un'automobile molto sicura avendo conseguito quattro stelle su cinque ai test Euro NCAP. Il motore a diesel era molto solido e non consumava molto. Gli interni non erano particolarmente spartani per essere una vettura nipponica. E poi, dettaglio non indifferente, aveva un prezzo di listino molto contenuto: in anni in cui le monovolume erano gettonatissime, il basso costo rappresentava un plus non indifferente per gli automobilisti italiani. La Nissan Almera Tino ebbe un ciclo di vita relativamente breve e, nonostante le buone performance commerciali, non fu mai sviluppata una seconda serie. Si trattava di un modello realizzato per tappare rapidamente un vuoto nel listino di Nissan, ma l'azienda giapponese già stava lavorando per la Note e il Qashqai.

Recensioni dei veicoli Nissan Almera Tino

10 Recensioni

4,2