Audi S4 - vendo e cerco usato o nuovo - AutoScout24

Trova la tua auto da sogno

Offerte per la tua ricerca

Offerte per la tua ricerca

Lancio della prima Audi S4 nel 1991

Quando l’Audi negli anni Ottanta con il suo coupé Audi quattro è risultata una delle prime case automobilistiche che è riuscita a vendere auto a trazione integrale in grandi quantitativi, questo tipo di tecnologia ha acquistato un posto fisso nei modelli dell’affiliata VW. Da allora le versioni berlina, SW, coupé e cabriolet delle serie Audi S e Audi RS sono annoverate tra le ammiraglie sportive della flotta Audi. Gli ingegneri hanno adottato la strategia di progettare alcune piccole serie dotate di trazione integrale e motori potenti ispirate dai modelli standard di serie, che vengono proposte sul mercato come versioni sportive dei modelli di grosse dimensioni. Dopo che l’Audi 80 aveva fornito la base per l’Audi quattro e il modello Audi S2 suo successore, nel 1991 è nata la prima Audi S4, realizzata sulla base dell’Audi 100 berlina.


Primi modelli Audi S4 sulla base dell’Audi 100

Le prime Audi S4 sulla base dell’Audi 100 sono state fabbricate in versione berlina e SW tra il 1991 e il 1994, prima dell’introduzione del nuovo nome del tipo. La prima Audi S4 è stata proposta con due diverse potenze di 169 kW (230 CV) e con un propulsore V8 dalla cilindrata di 4,2 litri e una potenza di 206 kW (280 CV). Quando nel 1994 la casa di Ingolstadt ha deciso di cambiare il nome delle sue serie, ha continuato a fabbricare questi modelli con il nome di Audi S6, senza però apportare modifiche sostanziali.


Dal 1997 versione sportiva dell’Audi A4

La prima Audi S4 creata sulla base dell’ Audi A4 è stata lanciata sul mercato nel 1997. Come il suo modello precedente, l’Audi S4 è stata proposta nelle varianti berlina e SW. La linea delle versioni sportive differiva da quella dei modelli di serie soltanto attraverso alcune piccole diciture sulla parte anteriore e di coda e per i proiettori anteriori modificati, i terminali dei tubi di scappamento e gli spoiler anteriori. La differenza principale era comunque nascosta sotto il cofano, in quanto la versione dell’Audi S4 realizzata fino al 2001 era dotata di un motore V6 con due turbocompressori dalla cilindrata di 2,7 litri, che a bordo della versione berlina o SW sviluppava una potenza di 195 kW (265 CV) compiendo lo sprint da 0 a 100 km/h in 5,7 secondi e raggiungendo quindi una velocità massima regolata elettronicamente a 250 km/h, come su tutti gli altri modelli successivi.


Nuove generazioni

Valore di accelerazione e velocità massima erano imbattibili anche a bordo della generazione dell’Audi S4 proposta dal 2003 al 2005. Il modello successivo raggiungeva la sua performance con un motore V8, proveniente dal modello Audi S8 della classe superiore, che a bordo della piccola auto in versione sportiva sviluppava una potenza di 253 kW (344 CV). Un’ulteriore innovazione introdotta in questo periodo è la versione cabriolet, oltre che berlina e SW come nei modelli precedenti, che dal 2004 costituivano la serie A4 rinnovata. L’Audi S4 cabrio ha avuto successo a partire dal 2006. Nel 2009 la casa di Ingolstadt ha presentato la generazione successiva dell’Audi S4 che, oltre al nuovo design, presentava un nuovo motore V6 in alluminio dotato di compressore, che con una potenza di 245 kW (333 CV) leggermente ridotta ha migliorato lo sprint da 0 a 100 km/h a 5,1 secondi.

Mehr anzeigen