Fiat Tempra - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Fiat Tempra

Fiat Tempra

La Fiat Tempra è una berlina commercializzata in Italia tra il 1990 e il 1997, divenuta una delle autovetture più celebri del periodo nel Belpaese, con 400.000 modelli venduti soltanto tra il 1990 e il 1993. Automobile dal design semplice e classico, ma elegante, la Fiat Tempra fu particolarmente apprezzata soprattutto per la sua versatilità: era disponibile, infatti, in numerose versioni, tra cui quella Station Wagon e quella Van, a trazione anteriore o 4x4, con motori a diesel o benzina. Continua a leggere

Trova ora l'auto dei tuoi sogni

Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

Fiat Tempra: una vera berlina italiana multiuso

Vettura particolarmente economica e conveniente, la Fiat Tempra vantava anche un comfort e una spaziosità senza rivali, tanto che la capacità di carico nella variante Station Wagon arrivava addirittura a 1600 dm3 con la rimozione dei sedili posteriori. La versione Van della Fiat Tempra addirittura, rinominata poi "Marengo", offriva spazi ancora più ampi e vasti al suo interno, tanto da renderla immatricolabile come autocarro. Numerosi erano, inoltre, gli optional che potevano essere aggiunti al momento dell'acquisto, come gli alzacristalli elettrici, fendinebbia, i cerchi in lega, il computer di bordo e l'installazione dell'ABS. Ma la Tempra era anche una vettura estremamente sicura: oltre alla carrozzeria solida e resistente, presentava un'esclusiva scocca ad assorbimento, barre d'acciaio integrate nelle portiere anteriori e piantone snodabile collassabile. Nel 1993 poi venne presentata la seconda serie della Fiat Tempra, che offriva alcuni miglioramenti estetici come la plancia digitale a quadrante, un nuovo volante ad assorbimento d'urto, un ulteriore rinforzo della scocca e, infine, un innovativo allestimento High Safety Drive (HSD), introdotto a partire dal 1994. Quest'ultimo, pensato appositamente per migliorare ancora di più l'affidabilità, la sicurezza e la solidità della Fiat Tempra, prevedeva l'installazione di ABS a quattro canali, airbag a lato guida, cinture di sicurezza rinforzate e poggiatesta sia anteriori che posteriori. Anche meccanicamente la Tempra si dimostrava sempre all'altezza di ogni situazione, tanto che nella celebre rivista automobilistica "Quattroruote" furono pochissimi i guasti generali segnalati per questo modello. Nel 1997 la Fiat Tempra uscì definitivamente dal mercato in Europa, anche se vi rimase fino al 2001 in altri paesi come Egitto, Turchia e Brasile, a riprova dell'enorme successo ottenuto dal modello marchiato Fiat. La Tempra, infatti, è un'automobile adatta a chiunque: dai lavoratori alle famiglie, dai ragazzi fino ad arrivare agli anziani, grazie al suo mix di elevate prestazioni, semplicità, sicurezza e comfort. È ampiamente reperibile anche come auto usata e alcune vetture simili possono essere l'Alfa Romeo 155, Lancia Dedra, Lancia Delta e l'Alfa Romeo 146, anch'esse macchine molto diffuse sia usate che a 0km.

Una solida storia alle spalle, con un'innovazione continua

La Fiat Tempra debuttò sul mercato automobilistico come l'erede principale della Fiat Regata con la quale era accomunata dall'aspetto generale di berlina di medie dimensioni, anche se in realtà essa presentava meccanica, telaio e diverse parti estetiche in comune con la Fiat Tipo. Sempre con la Tipo, peraltro, la Tempra condivideva anche diverse caratteristiche dei motori offerti; ma la disponibilità di una versione Van e Station Wagon, le linee semplici e moderne, l'enorme praticità e il prezzo particolarmente basso e vantaggioso contribuirono a distinguere la Fiat Tempra da tutti i suoi predecessori e a regalarle così una grande fama. Oltre ai modelli già visti, in Brasile la Tempra venne diffusa anche in una versione a due porte simile a una coupé, potenziata grazie all'utilizzo di un turbocompressore Garret e dotata di un'accelerazione che le permetteva di passare da 0 a 100 km/h in appena 8 secondi. Una versione esclusiva della Tempra, inoltre, fu utilizzata nel 2010 in una competizione chiamata "Scally Rally", organizzata in Gran Bretagna, in cui l'auto italiana si aggiudicò il secondo posto.

Semplicità e alte prestazioni, per motori sempre all'avanguardia

La Fiat Tempra presentava una grande varietà anche nelle motorizzazioni disponibili: sia i motori a diesel che quelli a benzina avevano un ottimo rapporto consumi/prestazioni. I primi motori, infatti, erano a 4 cilindri in linea, dotati di una cilindrata sui 1372 cm³ con una potenza di 78 CV, e garantivano già alla vettura una velocità massima sui 175 km/h. I motori a benzina più prestanti, tuttavia, erano gli 1.8 i.e. che offrivano una cilindrata di 1,756 cm³, 110 CV e una coppia di 142-2500 rpm. Tra le versioni a diesel spiccava, invece, il Turbo Diesel con cilindrata 1,929 cm³, 92 CV e 191-2400 rpm di coppia. La maggior parte dei motori permetteva percorrenze molto lunghe con consumi estremamente ridotti, favoriti anche dall'enorme capienza dei serbatoi che potevano contenere fino a 65 litri, 70 litri per i modelli station wagon. I motori 1.6 a benzina mediamente presentavano un'autonomia che si aggirava sui 920 km, con un consumo di circa circa 14 km/l. In Brasile la produzione della Fiat Tempra si differenziò rispetto ai modelli europei anche nei motori offerti: venne realizzato un motore da 1995 cm³ di cilindrata, 4 cilindri 8v, con una potenza di 165 CV che regalava alla vettura (conosciuta con il nome di Tempra Turbo Suite) una velocità massima superiore ai 200 km/h. Lo stesso motore brasiliano, inoltre, era disponibile anche in un'edizione a 16V che sviluppava "solamente" 125 CV di potenza.