Peugeot 106

Peugeot 106

Peugeot 106

Come la Peugeot 205, che l'affianca, il modello è caratterizzato dai consumi contenuti, ottenuti grazie al peso ridotto ed alla bassa distanza dal suolo. La potenza della 106 varia notevolmente, e va da una versione a 45 cavalli fino al motore sportivo a 120 cavalli dei modelli a benzina.

Dal 1993 venne prodotta anche la versione sportiva, la Peugeot 106 Rallye 1.3, con il primo motore a iniezione in grado di generare la potenza di 100 CV.

I due modelli prodotti con motore diesel hanno una cilindrata da 1,3 fino a 1,5 litri e in termini di economicità ed affidabilità riescono perfino a superare quelli con motore a benzina. La Peugeot 106, grazie alla parete posteriore completamente ribaltabile, rivela un vano portabagagli inaspettatamente capiente, benché esteriormente non molto ampio.

Il modello è stato utilizzato da Peugeot nel 1991 come prototipo per l'introduzione sperimentale di un'auto elettrica. L'autovettura, progettata appositamente per la circolazione in città, grazie al ridotto impatto ambientale (non produce né gas di scarico né rumori) e la guida semplice, senza frizione, fu considerata un'innovazione ed era pronta per la produzione in serie. Purtroppo però alcuni gravosi svantaggi, come il prezzo elevato e i lunghi tempi di carica delle auto elettriche, continuano ancora oggi a prevalere.

Con una forma opportunamente modificata la questa macchina ha affrontato diverse competizioni automobilistiche: sono note infatti le versioni della 106 rally, la 1300 e la 1600.