Volkswagen Vento - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

}
Volkswagen Vento

Volkswagen Vento

La grossa carrozzeria della Volkswagen Vento nasconde l'apparato tecnico della Golf

Un abitacolo molto spazioso, un vano portabagagli molto capace e il validissimo apparato tecnico della VW Golf sono gli ingredienti con cui la VW Vento, lanciata sul mercato nel 1992, ha conquistato il favore dei clienti. Continua a leggere

Trova ora l'auto dei tuoi sogni

Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

In Europa le immatricolazioni di questa berlina tre volumi prodotta all’ordine di milioni di esemplari non ha mai raggiunto le cifre stratosferiche della “sorella” dotata del grosso portellone posteriore, mentre nell’America del nord il modello successivo della Volkswagen Jetta ha continuato ad avere un successo di tutto rispetto fino al lancio della nuova Volkswagen Bora, avvenuto nel 1998.

Molto spazio per passeggeri e bagagli a bordo della VW Vento

La VW Vento, prodotta esclusivamente in versione quattro porte, ha convinto soprattutto per la sua enorme affidabilità e le sue generose dimensioni. Nessun’altra auto della categoria di prezzo della VW Vento era in grado di neppure lontanamente offrire una spaziosità adatta in grado di accogliere a bordo cinque passeggeri e i loro bagagli nel vano di carico dalla capacità di circa 550 litri. Mentre il telaio e l’apparato tecnico della Vento provenivano pressoché interamente dalla VW Golf della terza generazione, la linea della carrozzeria sfoggiava un design assolutamente personalizzato, che ricordava semmai la VW Passat piuttosto che la VW Golf.

ABS e qualche elemento di corredo in più dopo il lifting del 1995

I proiettori rettangolari e la porzione di coda innalzata con le imponenti luci posteriori larghe caratterizzano la linea della carrozzeria della VW Vento, che ha ora raggiunto un interasse di 2,47 metri, mostrando quindi anche all’esterno le dimensioni di tutto rispetto del suo abitacolo. Con l’intervento di lifting effettuato nel 1995 il corredo di serie della VW Vento è stato arricchito di ABS, alzacristalli elettrici e paraurti posteriore in tinta con la carrozzeria e poggiatesta per i sedili del fondo.

Motore “top” VR6 da 115 CV

Riguardo alla motorizzazione, al momento del lancio della VW Vento sul mercato la casa di Wolfsburg ha optato per un piccolo motore iniziale da 1,4 litri e 44 kW (60 CV) e per il motore “top” VR6- dalla cilindrata di 2,8 litri e una potenza di 128 kW (174 CV). Il modello “top” inizialmente si riconosceva attraverso le luci posteriori con vetro oscurato. Per la VW Vento erano inoltre disponibili due propulsori da 1,6 litri e una potenza rispettivamente di 55 kW (75 CV) e 74 kW (100 CV). I propulsori più grossi, dalla cilindrata di 1,8 litri, sviluppavano una potenza di 55 kW (75 CV) e 66 kW (90 CV). I motori della classe da 2,0 litri della VW Vento vantavano una potenza di 85 kW (115 CV).

Nuovi motori TDI nel 1993

Nel 1993, con l’inizio della produzione, la Volkswagen Vento in versione Diesel  partiva da un motore 1,9 D da 47 kW (64 CV) che, come il 1,9 TD da 55 kW (75 CV) montato fino al 1997 , anno in cui è stata terminata la produzione della serie. Nel 1993 il programma è stato arricchito con il nuovo TDI da 66 kW (90 CV) e completato nel 1996 con un più potente motore turbo da 1,9 litri e 81 kW (110 PS). Nel 1997 la produzione della VW Vento è stata sospesa dopo sei anni a favore del modello successivo VW Bora.

Recensioni dei veicoli Volkswagen Vento

13 Recensioni

4,4