Passa al contenuto principale
Causa lavori di manutenzione attualmente la disponibilità di AutoScout24 è limitata. Questo riguarda in particolare funzioni quali i canali di contatto con i venditori, l’accesso o le modifiche ai veicoli in vendita.
Audi-A1_Citycarver-2020-1280-0e-1100.jpg

Audi A1 Citycarver

1 / 3
Audi-A1_Citycarver-2020-1280-0e-1100.jpg
Audi-A1_Citycarver-2020-1280-1d-1100.jpg
Audi-A1_Citycarver-2020-1280-2d-1100.jpg

Pro

  • Stile moderno e fuoristradistico
  • Tecnologia da vettura più livello superiore

Contro

  • Materiali interni non al top
  • La tecnologia si paga (e cara) sempre a parte

Audi A1 in sintesi

Qui trovi una panoramica generale dell’auto Audi A1 inclusi i dati relativi alle caratteristiche principali, alla motorizzazione, all’equipaggiamento e altre informazioni utili relative al modello dell’auto. Leggi di più

Nuovo a partire da:
Usato a partire da:
*Prezzo più basso su AutoScout24 nel mese scorso

Audi A1 Citycarver: dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti

In un periodo storico in cui qualsiasi cosa a ruote alte diventa immediatamente degna di attenzioni e di successo di vendite, anche i classici modelli “rasoterra” sfruttano qualche trucchetto per rialzarsi di qualche centimetro e avere un look decisamente più da SUV. Pioniera di questa soluzione è stata Audi, che già dagli anni ’00 offriva nella sua line-up la Allroad, una versione rialzata e con importanti protezioni sottoscocca della Audi A6 Avant, diventata poi negli anni A6 Allroad e capace di dare vita ad una mini-famiglia all’interno del mondo Audi. Leggi di più

Ti interessa la Audi A1 Citycarver

Audi A1 Citycarver usata
Audi A1 Citycarver nuova auto
Audi A1 Citycarver offerte concessionario

Altre informazioni per la tua ricerca

Modelli alternativi

Dopo il successo delle Allroad e, negli ultimi anni, della gamma di SUV Q, nel 2019 Audi ha deciso di lanciare una inedita versione rialzata della sua piccola A1, compatta di successo arrivata nel 2018 alla sua terza generazione. Quattro centimetri in più di altezza da terra, stile ispirato alle più grandi Allroad ma senza la proverbiale trazione integrale quattro. Una versione con ispirazioni fuoristradistiche dell’apprezzatissima A1, che per le sue caratteristiche merita un nome tutto nuovo: Citycarver.

Scopriamo allora dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti di Audi A1 Citycarver.

Dimensioni Audi A1 Citycarver

Le dimensioni della Audi A1 Citycarver sono:

  • lunghezza 4,05 metri
  • larghezza 1,76 metri
  • altezza 1,48 metri
  • passo 2,56 metri

Da fuori, Audi A1 Citycarver riprende ovviamente le linee della seconda generazione di Audi A1, lanciata nel 2018, regalando all’intera auto un’altra presenza. Il motivo? Rispetto agli 1,41 metri di altezza della normale A1, la Citycarver arriva a toccare 1,48 metri di altezza, risultando così di oltre 7 centimetri più alta rispetto alla sorella “rasoterra”. Audi A1 Citycarver ha infatti 4 centimetri in più di altezza da terra, e l’assetto è stato rialzato di ulteriori 3,5 cm rispetto a quello della normale A1.

In più, i più massicci paraurti anteriori e posteriori aumentano la lunghezza di due centimetri, arrivano da 4,05 metri, mentre anche la larghezza è maggiorata di 2 cm, arrivando a 1,76 metri. Il risultato è una vettura che visivamente risulta più grande, più alta e più massiccia, dando ancora più importanza alle linee di A1.

Come per la A1 “rasoterra” anche la Citycarver sfoggia una grande calandra Single Frame con finitura a nido d’ape, dei fari sottili e filanti e un cofano piuttosto lungo per una vettura di queste dimensioni.

Dietro, poi, si fanno notare il montante C piuttosto inclinato, molto in vista se si sceglie il tetto bicolore, e in coda i grandi fari ben amalgamati con un portellone posteriore piuttosto aggressivo regalano un look ben distinguibile dalle altre compatte di segmento B. Su questa base la versione Citycarver aggiunge protezioni sottoscocca nella parte bassa dei paraurti anteriori e posteriori, dei passaruota verniciati in nero lucido, un paraurti posteriori completamente ridisegnato con due grandi prese d’aria (seppur finte) agli angoli del paraurti, mentre tra la calandra Single Frame e il cofano le tre feritoie ispirate alla Audi Sport quattro del 1983 diventano due e di maggiori dimensioni.

Concludendo con le dimensioni di Audi A1 Citycarver, il bagagliaio risulta invariato rispetto alla A1 “standard”, con una capacità minima di 335 litri che diventano 1.090 abbattendo gli schienali posteriori.

Interni Audi A1 Citycarver

Gli interni di Audi A1 Citycarver riprendono quasi completamente quelli della normale A1 Sportback, salvo per alcuni dettagli specifici a livello di finiture, modanature e colorazioni. Dalla Audi A1 normale, quindi, A1 Citycarver riprende l’ambiente elegante e tecnologico, dominato dal grande schermo dell’infotainment centrale dotato di sistema MMI veloce, reattivo e completo, Apple CarPlay e Android Auto anche wireless e una qualità del pannello ottima.

In più, non manca su tantissime versioni il quadro strumenti digitale Audi Virtual Cockpit, un riferimento assoluto in quanto a personalizzazione, qualità e nitidezza. Se poi la plancia è moderna e disegnata con cura, a far storcere il naso sono la qualità delle plastiche e dei materiali di plancia e portiere, non a livello della A1 precedente. I comandi fisici sono di ottima qualità, capaci di restituire un feedback davvero notevole al conducente, così come il volante e i suoi comandi.

Le plastiche interne, però, sono quasi tutte dure, seppur assemblate con cura, e nonostante un look molto personale non riescono a dare quella sensazione di qualità che ci si aspetta da un’Audi, seppur di queste dimensioni. Gli interni di Audi A1 Citycarver si distinguono però da quelli della A1 tradizionale per delle modanature specifiche, disponibili anche in un vivace colore arancione, su plancia, bocchette dell’aria e attorno alla leva del cambio, per una selleria specifica e per una posizione di guida molto più alta.

Complici i 4 cm di altezza da terra in più, infatti, la posizione di guida di A1 Citycarver si avvicina a quella di una SUV come Audi Q2, piacendo a tutti coloro che amano dominare la strada. A livello di abitabilità, infine, le differenze sono minime: ottima davanti, un po’ più stretta dietro per tre persone, A1 Citycarver offre solamente una maggiore facilità a salire e scendere dall’abitacolo per via dei centimetri in altezza in più.

audi-a1-citycarver-interieur audi-a1-citycarver-seats

Motori Audi A1 Citycarver

Come per la A1 “normale”, la gamma motori di Audi A1 Citycarver è formata solo da motori a benzina. Non ci sono quindi motori Diesel, con buona pace per chi fa tanti km, ma neanche motorizzazioni elettrificate. Se infatti diverse rivali offrono versioni Mild Hybrid o persino Full Hybrid, la A1 Citycarver, come ogni automobile realizzata sulla piattaforma MQB A0 per le auto del Gruppo Volkswagen più piccole (condivisa con Volkswagen Polo, SEAT Ibiza, ecc…) non offre nessun tipo di elettrificazione, neppure leggera.

La MQB A0, poi, impedisce anche la presenza della trazione integrale, molto rara in ogni caso in questo segmento. In più, la A1 Citycarver rinuncia anche al potente motore 2.0 turbo da 207 CV della 40 TFSI, appannaggio della sola A1 “normale”, concentrandosi sulla gamma più “tranquilla” con potenze tra 95 e 150 CV.

La gamma motori di Audi A1 Citycarver si apre infatti con la 25 TFSI, dotata del 1.0 tre cilindri turbo TFSI da 95 CV e 175 Nm, accoppiato al cambio manuale a 5 rapporti. Per chi vuole un po’ di brio in più degli 11,5 secondi necessari per scattare da 0 a 100 km/h della 25 TFSI, A1 Citycarver offre anche la versione 30 TFSI, con il 1.0 che arriva a 110 CV e 200 Nm di coppia, disponibile sia con cambio manuale a 6 marce che con l’automatico S tronic doppia frizione a 7 marce.

Al top della gamma A1 Citycarver troviamo, infine, la 30 TFSI, dotata del 1.5 quattro cilindri con disattivazione automatica dei cilindri, dotato di 150 CV e 250 Nm di coppia. Disponibile sia con il cambio manuale a 6 marce che con l’S tronic a 7 rapporti, questa è la versione più vivace di Citycarver, con uno 0-100 km/h coperto in 7,7 secondi con cambio automatico.

A livello meccanico, infine, A1 Citycarver offre le sospensioni rialzate che consentono un’altezza da terra di 16 cm (più di molti SUV compatti veri e propri) e una diversa taratura degli ammortizzatori, più morbida e adatta alle strade bianche.

Motori Audi A1 Citycarver

Benzina

Motorizzazione Cilindrata cm’ Potenza kw/CV Trazione Cambio
25 TFSI 999 70/95 Anteriore Manuale 5 marce
30 TFSI 999 85/116 Anteriore Manuale 6 marce o automatico a 7 marce
35 TFSI 1500 110/150 Anteriore Manuale 6 marce o automatico a 7 marce

Prezzi Audi A1 Citycarver

Il listino prezzi di Audi A1 Citycarver è di circa 2.200 euro più alto a parità di allestimento con le versioni tradizionali. Rispetto alla A1 “normale”, poi, il listino di A1 Citycarver è più semplice, formato solamente da tre versioni: la base Citycarver, l’intermedia Citycarver Admired e la top di gamma Citycarver Identity Contrast. La versione d’attacco della Audi A1 Citycarver, chiamata semplicemente Citycarver¸ è accoppiata al motore 1.0 da 95 CV della 25 TFSI, ed è offerta ad un prezzo di partenza di 28.520 euro. Di serie, questa versione offre i cerchi in lega, il clima manuale, i fari alogeni sia davanti che dietro, la frenata automatica di emergenza, la radio DAB e il mantenitore di corsia.

Per avere il sistema di infotaiment da 10 pollici, il quadro strumenti digitale, i sensori di parcheggio o il Cruise Control (sempre a pagamento, anche quello "classico"), bisogna salire almeno alla Citycarver Admired, che parte da 26.050 euro. Sono da pagare a parte poi anche i bei fari Full LED, di serie solo sulla top di gamma Identity Contrast.

A richiesta, però, non mancano gli allestimenti di pregio come Cruise Control Adattivo, sospensioni a controllo elettronico, guida autonoma di Livello 2, l’assistente al cambio corsia e i sedili sportivi in pelle. In ogni caso, al top del listino prezzi di Audi A1 Citycarver troviamo la versione Identity Contrast, che con il motore 35 TFSI e cambio automatico S tronic arriva ad un listino di 35.350 euro, optional esclusi.

Listino prezzi Audi A1 Citycarver

Citycarver

  • Citycarver 25 TFSI, 28.520 euro
  • Citycarver 30 TFSI, 29.850 euro
  • Citycarver 30 TFSI S tronic, 31.750 euro
  • Citycarver 35 TFSI, 32.850 euro
  • Citycarver 35 TFSI S tronic, 33.350 euro

Citycarver Admired

  • Citycarver 25 TFSI Admired, 29.050 euro
  • Citycarver 30 TFSI Admired, 29.850 euro
  • Citycarver 30 TFSI S tronic Admired, 29.650 euro
  • Citycarver 35 TFSI Admired, 32.250 euro
  • Citycarver 35 TFSI S tronic Admired, 34.100 euro

Citycarver Identity Contrast

  • Citycarver 30 TFSI Identity Contrast, 31.000 euro
  • Citycarver 30 TFSI S tronic Identity Contrast, 32.850 euro
  • Citycarver 35 TFSI Identity Contrast, 33.450 euro
  • Citycarver 35 TFSI S tronic Identity Contrast, 35.350 euro

Audi A1 Citycarver: conclusioni

Se la Audi A1 è stata una pioniera per i Quattro Anelli, offrendo per la prima volta una vettura compatta sportiva e dinamica, erede della mai capita A2 e capace di aprire la Casa di Ingolstadt ad un segmento completamente nuovo, la A1 Citycarver spera di fare lo stesso ma con il segmento delle compatte rialzate, o se preferite dei Mini-SUV. Sulla base della seconda generazione di Audi A1, meno impeccabile dal punto di vista qualitativo della prima ma più matura, più completa e più tecnologica, Audi lancia la prima Citycarver, una vettura in grado di unire l’aura delle Allroad con la guidabilità e la facilità di una compatta di Segmento B.

Più alta di ben 7 cm rispetto alla A1 tradizionale, la Citycarver condivide con la due volumi tedesca lo stile dinamico, gli interni tecnologici ma dotati di plastiche a tratti economiche, di una lista degli optional sterminata e di una guidabilità raffinata ma anche piuttosto sportiva e agile, soprattutto nelle vivaci versioni 30 e soprattutto 35 TFSI. Peccato per l’assenza di una motorizzazione Diesel per chi fa tanti km e per quella di versioni elettrificate, un vero peccato in un mercato sempre più ibrido anche per le auto più piccole. Citycarver, però, rilancia con uno stile davvero particolare e ricercato, interni un po’ più vivaci e per una guidabilità che, nonostante la posizione di guida e l’assetto rialzato, rimane agile e divertente.

Audi A1 Citycarver: concorrenti

Trovare delle concorrenti ad Audi A1 Citycarver potrebbe sembrare più difficile del previsto, ma in realtà ci sono alcune compatte che giocano a fare le SUV pronte a darle battaglia. Se questo segmento così particolare è stato precorso da vetture molto in anticipo sui tempi come Rover Streetwise, Ford Fusion UAV, Volkswagen Polo Cross e Citroen C3 XTR, oggi ci sono alcune concorrenti di Audi A1 Citycarver molto interessanti.

Quali? La bestseller delle Segmento B “rialzate” è sicuramente la Dacia Sandero Stepway, seguita dalla Ford Fiesta Active, dalla Honda Jazz Crosstar nonché i più “bassi” tra i B-SUV compatti come Renault Captur, Nissan Juke o SEAT Arona. Quest’ultima, tra l’altro, è costruita nella stessa fabbrica di Audi A1, lo storico stabilimento SEAT di Martorell, alle porte di Barcellona.

FAQ Audi A1 Citycarver

Cosa significa Citycarver?
La dicitura Citycarver, al debutto proprio con questa A1, rappresenta un nuovo segmento per Audi. Dopo il successo delle SUV Q e quello, ancora precedente, delle Audi Allroad, ovvero versioni wagon Avant rialzate e dotate di protezioni sottoscocca e passaruota in stile fuoristradistico, Audi ha deciso di portare questa formula “da Allroad” anche sulle sue auto più piccole. Citycarver, quindi, incarna lo stile e l’indole da vettura tradizionale più avventurosa, capace di affrontare strade bianche e sterrati senza ricorrere ad un SUV in piena regola. Rispetto alla Allroad, però, la A1 Citycarver è priva di trazione integrale, rendendosi quindi adatta a sopportare sterrati semplici, o ancora meglio buche e marciapiedi delle nostre città senza alcuna paura, e con uno stile moderno e al passo coi tempi.
Quanto consuma l’Audi A1 Citycarver?
A causa della sua altezza da terra maggiorata e all’assetto più alto, Audi A1 Citycarver consuma, in media, circa 1 km/l in più rispetto ad una A1 equivalente. Per questo, a pari merito tra le Audi A1 Citycarver più “virtuose” troviamo le 25 e 30 TFSI con cambio manuale. Entrambe dotate del 1.0 tre cilindri turbo da rispettivamente 95 e 110 CV, Audi A1 Citycarver con il “millino” percorre secondo il ciclo omologativo WLTP 17,5 km/l.
Quanto costa l’Audi A1 Citycarver?
La versione d’attacco di Audi A1 Citycarver è la 25 TFSI con 95 CV in allestimento Citycarver, il più semplice della gamma. Dotato di una dotazione piuttosto scarna, con di serie solamente cerchi in lega, clima automatico, radio DAB, frenata automatica di emergenza e mantenitore di corsia, il prezzo di partenza è di 28.520 euro.

Valutazioni sul veicolo per Audi A1

117 Valutazioni

4,6

Altri collegamenti

Più dettagli