Passa al contenuto principale
Causa lavori di manutenzione attualmente la disponibilità di AutoScout24 è limitata. Questo riguarda in particolare funzioni quali i canali di contatto con i venditori, l’accesso o le modifiche ai veicoli in vendita.

Lancia Delta

Pro
  • Stile personale e unico
  • Grandissima comodità e spazio
Contro
  • Non ci sono Diesel con omologazione Euro 6
  • Soglia di carico altissima

Lancia Delta: dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti

Ci sono pochi nomi, nella storia dell’automobilismo italiano, con una storia e un seguito simili a Lancia Delta. La compatta della Casa torinese, infatti, è diventata leggenda grazie alla prima serie, prodotta dal 1979 al 1993. Il merito è di uno stile personale e moderno firmato da Giorgetto Giugiaro, di una guidabilità da vettura moderna e, soprattutto, del successo nei rally della celeberrima versione da competizione della Delta, la Integrale. Dalla Delta S4 di Gruppo B alla Integrale Evoluzione 2, passando per le 4WD, Integrale 8v e 16v, la Delta con le sue versioni sportive a trazione integrale è diventata una leggenda, portando la popolarità del brand Lancia a vette ancora oggi mai più esplorate. Continua a leggere

Modelli alternativi

Le domande e risposte più comuni.

La terza generazione di Lancia Delta è stata prodotta tra il 2008 e il 2015, e quindi è ormai impossibile trovare un esemplare nuovo. Nonostante questo, però, Delta è stata una vettura piuttosto diffusa, disponibile quindi in grandi quantità sul mercato dell’usato. Per una delle prime Delta moderne del 2008 o 2009 si parla di un investimento ridotto, di circa 3-4.000 euro per un’esemplare con il 1.4 T-Jet da 120 CV o il 1.6 MultiJet da 120 CV. Gli ultimi esemplari datati 2013-2014 sono invece degli ottimi affari, che permettono di portarsi a casa una vettura ancora fresca con 8-9.000 euro dotata del 1.6 MultiJet da 105 CV.

La terza serie di Lancia Delta era priva di versioni sportive a trazione integrale come la seconda e soprattutto come la prima generazione, con le mitiche Delta Integrale. Nonostante questo, però, la gamma Delta era dotata di motori interessanti anche per i più spigliati. Dotata di motori tutti turbo e a quattro cilindri, la gamma motori Delta parte con il 1.4 Turbo da 105, 120 CV (anche a GPL) o 150 CV, sostituiti poi dal 1.4 MultiAir da 140 CV. Al top della gamma fino al 2012 c’è stato il 1.8 Di-Turbo: sotto questa denominazione si nasconde il 1750 TBi di Alfa Romeo, che su Delta eroga 200 CV ed è accoppiato solo ad un modesto cambio automatico a 6 marce con convertitore di coppia. La scelta era tanta anche a gasolio, con tre motori Diesel a disposizione: il vendutissimo 1.6 MultiJet da 105 o 120 CV, il potente 1.9 TwinTurbo da 190 CV e il moderno 2.0 MultiJet Euro 5 da 165 CV.

Lancia Delta è stata prodotta in tre generazioni: la prima, lanciata nel 1979, sfoggiava una linea moderna e squadrata disegnata da Giorgetto Giugiaro, e introdusse Lancia nel mercato delle compatte a due volumi. Grazie al suo stile, alla qualità degli interni ma soprattutto delle vittorie nel mondo dei Rally con la mitica Delta Integrale, la prima generazione di Delta è ancora oggi una pietra miliare della Casa di Borgo San Paolo. Nel 1993, la prima generazione ha lasciato spazio alla seconda serie di Delta, prodotta fino al 2000. Dopo una amatissima prima serie, però, la seconda Delta non convinse mai il pubblico, risultando un po’ troppo “nella media”, poco sportiva e anche poco lussuosa. Dopo otto anni di assenza, Lancia decise di riportare il nome Delta in vita nel 2008, con una compatta lussuosa, ricercata e comoda, dalle grandi dimensioni e dai grandi contenuti. L’esperimento, però, non ebbe il risultato sperato, e la terza serie di Delta, nata con grandi aspettative, salutò il mercato nel 2014 senza essere sostituita.

Il ritiro di Lancia dalle competizioni nel 1993 e il conseguente lancio, proprio nel 1993, della decisamente meno ispirata seconda serie portarono il nome Delta a perdere di appeal ed importanza, portato avanti da una vettura valida e razionale, ma non più capace di far sognare gli acquirenti. Dopo 7 anni di seconda serie, nel 2000, Lancia abbandonò il mercato delle compatte medie e il nome Delta, salvo poi riprenderlo nel 2008. La terza serie di Delta scelse di non abbracciare la tradizione sportiva del modello, bensì quella lussuosa e confortevole della Casa di Borgo San Paolo. Nonostante la terza generazione di Delta fosse una ottima vettura, originale nell’estetica, ben rifinita, comoda e piacevole da guidare, anche questa volta non ottenne il successo desiderato, uscendo di produzione nel 2014 dopo 6 anni di carriera. Oggi, però, la terza serie di Lancia Delta è un’ottima opportunità a buon mercato per chi cerca un’auto per tutti i giorni originale, comoda, vivace e piacevole da guidare, permettendo a Delta di riprendersi una piccola rivincita a oltre 8 anni dalla sua cancellazione.

Scopriamo allora dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti di Lancia Delta di terza generazione.

Dimensioni Lancia Delta

Le dimensioni della Lancia Delta sono:

  • lunghezza 4,52 metri
  • larghezza 1,80 metri
  • altezza 1,50 metri
  • passo 2,70 metri

Guardando la lunghezza e il passo di Lancia Delta, sulla carta si potrebbe pensare di essere di fronte ad una berlina o ad una Station Wagon media. Con i suoi 4,52 metri, Lancia Delta è oltre 20 cm più lunga dell’odierna Volkswagen Golf, che da sola è la più lunga della storia della compatta tedesca. Anche il passo di 2,70 metri è da vettura di categoria superiore: ma perché allora Lancia ha scelto di rendere Delta così grande? Secondo la Casa torinese, Delta doveva essere proprio una compatta media capace di offrire un comfort da vettura di categoria superiore, e anche l’estetica dimostra questa volontà di creare un’auto più lussuosa ed elegante della concorrenza. Da ogni angolazione, Delta è molto personale ed elegante, a partire dal frontale, dominato dal classico scudo Lancia cromato. I fari sono appuntiti e dotati di firma luminosa a LED e, sulle versioni più accessoriate, di fari allo Xeno, mentre il cofano nella media per lunghezza ma molto sinuoso danno all’auto un bel carattere dal frontale.

Lateralmente, il cofano sembra quasi corto rapportato all’abitacolo: l’intero interno è infatti ampissimo, con grandi finestrini e un passo davvero lungo di 2,70 metri. Ad impreziosire la fiancata ci pensa la finitura cromata della cornice dei finestrini, con i due listelli che si incontrano alla fine del montante C, dove Delta sfoggia un terzo finestrino che richiama il mondo delle familiari. La coda è forse il lato più originale di Delta, con il lunotto in cristallo che si estende fino al portatarga, il portellone molto stretto che lascia tanto spazio ad un avvolgente paraurti, e i fari posteriori annegati all’interno del generoso passaruota, dotati di serie di tecnologia full LED. Da ogni angolazione, Lancia Delta è personale e ben disegnata, con una gran dose di personalità: inoltre, con il passare degli anni il disegno di Delta sembra diventare più elegante e meno “strano”, come era stata battezzata al lancio quasi 15 anni fa.

Concludendo con le dimensioni di Lancia Delta, il bagagliaio è dotato di divano scorrevole, che permette di privilegiare lo spazio per gli occupanti offrendo un vano da 380 litri, oppure quello per i bagagli, innalzando lo spazio a ben 465 litri, un numero da piccola wagon. Abbattendo il divano, si arriva a 1.190 litri di capacità, ma attenzione però alla soglia di carico posta a ben 80 cm, davvero altissima: ci sono SUV che costringono ad alzare meno i propri bagagli.

Interni Lancia Delta

Gli interni di Lancia Delta seguono lo stile degli esterni, sfoggiando un disegno elegante e personale, impreziosito da materiali a tratti di grande qualità. La plancia di Lancia Delta è molto morbida e sinuosa, con una parte centrale che include tutti i comandi per la radio e anche per il servosterzo elettrico City, mentre ancora più in basso troviamo i comandi per la radio. Nelle forme delle bocchette e nell’impostazione generale della plancia, gli interni di Lancia Delta tradiscono la base di partenza della più umile FIAT Bravo, ma i tecnici Lancia hanno massimizzato le loro possibilità. La plancia è infatti rivestita in plastica morbida nella parte alta, e addirittura in pelle al centro, per una sensazione di categoria superiore.

Il quadro strumenti è analogico e molto elegante, con una finitura scura che lo rende decisamente a fuoco sull’auto. In tutta la sua carriera, Lancia Delta è stata dotata solamente di una radio con tecnologia CD/MP3/Bluetooth, o con il vetusto sistema Blue&Me con schermo da 6,5 pollici senza touchscreen e navigatore. In compenso, però, i sedili sono grandi e rivestiti sempre con materiali di eccellente qualità, che siano questi tessuto, velluto o pelle by Poltrona Frau. In un quadro così positivo stona il volante poco premium e, soprattutto, le plastiche usate per il tunnel centrale e i pannelli porta, rigida al tatto e molto sottile. Nonostante questo scivolone, gli interni di Lancia Delta si riprendono con uno spazio davvero eccellente. Davanti, le ampie poltrone permettono a chiunque di sedere comodamente, mentre dietro il divano abbastanza ampio per ospitare bene tre adulti, è scorrevole ed ha anche gli schienali regolabili. Grazie anche allo spazio generoso per le gambe e per la testa, Lancia Delta è tra le compatte medie più comode al posteriore.

Motori Lancia Delta

Basata sulla piattaforma di FIAT Bravo e di Alfa Romeo Giulietta, sebbene quest’ultima abbia importanti modifiche meccaniche, la gamma motori di Lancia Delta è completa e interessante, anche ai giorni nostri. Se infatti quasi tutte le rivali dell’epoca “snobbavano” i motori benzina per concentrarsi sui vendutissimi Diesel, Lancia Delta offre il poliedrico 1.4 T-Jet turbobenzina con tre livelli di potenza, una soluzione che oggi si rivela quanto più azzeccata. La gamma motori di Lancia Delta parte proprio con il 1.4 T-Jet: il piccolo turbo della famiglia Fire è disponibile con 120 o 150 CV, e nelle versioni più moderne anche con 140 CV e tecnologia MultiAir. Vivace e affidabile, il 1.4 non è il motore più parco in circolazione, ma è adattissimo all’alimentazione a GPL. Per questo, Lancia offriva una vendutissima versione EcoChic, dotata del 1.4 T-Jet da 120 CV già dotata di doppia alimentazione, risultata una delle versioni più apprezzate.

Per i più esigenti, poi, è stato disponibile per qualche anno anche il 1.8 Di-Turbo: dietro questo nome così particolare si nasconde il 1750 TBi di Alfa Romeo, qui declinato in versione da 200 CV ed accoppiato al solo, e non eccezionale, cambio automatico Aisin a 6 rapporti con convertitore di coppia.Come ogni vettura a cavallo degli anni ’00 e ’10, anche Lancia Delta offriva diversi motori a gasolio. La gamma motori di Lancia Delta conta infatti tre motori Diesel: il 1.6 MultiJet, offerto con 105 o 120 CV, il vigoroso 1.9 MultiJet TwinTurbo, la versione con due turbo del mitico 1.9 MultiJet capace di 190 CV e ben 400 Nm di coppia e il più equilibrato ma ugualmente vivace 2.0 MultiJet da 165 CV e 360 Nm di coppia. Grazie al passo lungo e all’ottimo lavoro a livello di sospensioni, Lancia Delta è davvero comoda e raffinata sulle buche, ma non è mai morbida o cedevole tra le curve, risultando davvero piacevole quando si guida allegri, sebbene non diventi mai una sportiva.

Motori Lancia Delta

Benzina

  • 1.4 T-Jet, 1.4 quattro cilindri turbo, 120 CV, cambio manuale a 6 marce, trazione anteriore
  • 1.4 MultiAir, 1.4 quattro cilindri turbo, 140 CV, cambio manuale a 6 marce, trazione anteriore
  • 1.4 T-Jet, 1.4 quattro cilindri turbo, 150 CV, cambio manuale a 6 marce, trazione anteriore
  • 1.8 Di-Turbo, 1.75 quattro cilindri turbo, 200 CV, cambio automatico a 6 marce, trazione anteriore

Diesel

  • 1.6 MultiJet 105, 1.6 quattro cilindri turbodiesel, 105 CV, cambio manuale a 6 marce, traz. anteriore
  • 1.6 MultiJet 120, 1.6 quattro cilindri turbodiesel, 120 CV, c. man. a 6 marce o aut. a 6 marce, traz ant.
  • 1.9 MultiJet TwinTurbo, 1.9 quattro cilindri turbodiesel, 190 CV, cambio man. a 6 marce, traz. ant.
  • 2.0 MultiJet, 2.0 quattro cilindri turbodiesel, 165 CV, cambio manuale a 6 marce, trazione anteriore

GPL

  • 1.4 T-Jet EcoChic

Prezzi Lancia Delta

Il listino prezzi di Lancia Delta offriva un ottimo rapporto qualità-prezzo: a fronte di un prezzo solo leggermente superiore a quello di una normale vettura generalista, la Delta offriva interni lussuosi, comfort e tanto spazio. Ma quanto costava da nuova la nostra Delta? Nel 2011, la versione d’attacco era la 1.4 T-Jet da 120 CV in allestimento Steel che di serie, però, offriva poco: radio, clima manuale, sedile scorrevole e neppure il poggiabraccio anteriore. Le più vendute della gamma erano infatti la Silver/Argento, già dotata di cerchi in lega da 16 pollici, fendinebbia, comandi al volante, vetri oscurati, sedili in tessuto e Alcantara, e la ricca Gold/Oro. Quest’ultima era dotata di serie di cruise control, sedili in pelle e Alcantara, Bluetooth e dettagli ancora più curati.

La più desiderabile del listino prezzi di Lancia Delta era ed è la Platino/Platinum: di serie, questa lussuosa versione offriva interni in pelle totale Frau, vernice bicolore metallizzata, volante in pelle, navigatore, sensori di parcheggio, sovratappeti e molto altro. A richiesta si potevano inoltre avere le sospensioni a controllo elettronico RSS, i fari allo xeno, il tetto in cristallo e i sensori di parcheggio e quello di avviso involontario di corsia. Ma oggi, quanto costa una Lancia Delta? Ora che Delta non è più in produzione, il prezzo lo fa la motorizzazione più che l’allestimento. Le vetture dotate di motori Diesel Euro 4 prodotte prima del 2010, ad esempio, si trovano tra i 3 e i 5.000 euro, mentre per delle coeve a benzina si parte da 4.500 euro per le più povere e chilometrate e si arriva a 6/7.000 euro per le più ricche. Arrivando all’omologazione Euro 5, invece, le Diesel tornano sui prezzi delle versioni a benzina, tra i 6 e gli 8.000 euro. Infine, per le ultime Lancia Delta prodotte nel 2014 con pochi km i prezzi sono piuttosto alti, tra i 7.500 e i 9.500 euro a seconda della motorizzazione benzina o Diesel.

Lancia Delta: concorrenti e conclusioni

Nata con tantissime aspettative addosso, la terza generazione di Lancia Delta non è riuscita a rendere giustizia, almeno dal punto di vista delle vendite, alla prima, mitica generazione. A parte lo stile molto personale, però, la Lancia Delta del terzo millennio è tutto fuorché una brutta auto. Certo, la sua lunghezza di oltre 4,50 metri la rende poco adatta alla città, la visibilità posteriore è scarsa, alcuni dettagli interni sono di scarsa qualità e la soglia di carico è davvero altissima. A fronte di questi difetti, però, Lancia Delta è un’automobile estremamente valida. Comodissima e ben rifinita, è silenziosissima nei lunghi viaggi, morbida e comoda in città e persino divertente tra le curve. Il merito è di un telaio preciso, di uno sterzo piuttosto diretto e di motori turbo vivaci ed affidabili (a parte il 1.9 TwinTurbo, dotato di qualche problema di troppo). Dopo una vita passata come scelta “di ripiego”, oggi l’eccellente rapporto qualità-prezzo di Lancia Delta offre alla compatta torinese una seconda chance di brillare. Sfortunatamente, le più esperte Delta turbodiesel non rispettano le più recenti restrizioni delle grandi città. Grazie al vivace 1.4 turbo, però, la Delta si propone come scelta economica ma di qualità e raffinatezza per la vita di tutti i giorni.

Grazie al suo ottimo valore, non sono tantissime le concorrenti di Lancia Delta in grado di offrire la stessa completezza ad un prezzo simile. Le rivali generaliste come Ford Focus, Renault Megane, Citroen C4, Opel Astraa e così via sono infatti meno lussuose e curate, meno spaziose o dotate di motori meno interessanti, mentre le più costose BMW Serie 1, Mercedes Classe A e Audi A3 erano poco diffuse con gli oggi apprezzatissimi motori a benzina, che alzano quindi di molto il prezzo delle benzina rimaste. Per questo, tra le concorrenti di Lancia Delta più agguerrite ci sono le apprezzatissime Volkswagen Golf, SEAT Leon e Skoda Rapid (quest’ultima decisamente meno rifinita di Delta) e le due sorelle Alfa Romeo Giulietta e FIAT Bravo.

Recensioni dei veicoli Lancia Delta

9 Recensioni

5,0