Fiat 500 - vendo e cerco usato o nuovo - AutoScout24

Trova la tua auto da sogno

Offerte per la tua ricerca

Offerte per la tua ricerca

Le prime generazioni delle Fiat 500 fino al 1977

La vettura sferica e senza compromessi Fiat 500, che ha cominciato a
dominare le strade italiane negli anni cinquanta, è stata
per decenni uno dei modelli caratteristici della casa automobilistica
Fiat. La prima generazione di veicoli risale, tuttavia, già
al periodo pre-bellico, quando il costruttore da Torino ha realizzato
la Fiat 500 detta Topolino, che era letteralmente una delle prime
macchine del popolo europee. Il suo successore è stato
costruito per 20 anni praticamente invariato fino alla fine degli anni
settanta. Qualunque altro modello prodotto dal costruttore in seguito,
come la Fiat 126 o la Fiat Panda, non è mai riuscito a
creare una simpatia paragonabile a quella della Fiat 500. Quando nel
nuovo millennio lo stile retrò è improvvisamente
tornato di moda nel segmento delle utilitarie, per Fiat non
è stato troppo difficile scegliere quale modello storico
utilizzare come base per partecipare al boom delle vetture
retrò da citta.

La Fiat 500 è stata ripresentata come modello
retrò nel 2007

Nel progettare il successore della prima generazione della Fiat 500 la
casa automobilistica italiana ha posto meno enfasi sulle emozioni. Il
modello più piccolo di casa Fiat doveva essere
principalmente pratico e tenere il passo con la concorrenza francese
per quanto riguardava i prezzi. Per un modello retrò, il
comportamento doveva essere diverso. In questo caso il costruttore
doveva soprattutto trovare un modo per tradurre lo stile nostalgico in
un design contemporaneo. La tecnologia moderna per quanto riguarda la
sicurezza e la trazione doveva essere ospitata in
un’auto utilitaria, che doveva essere percepita come
un’auto lifestyle. Il risultato di queste considerazioni
è stato la Fiat 500 di nuova generazione, che è
arrivata per la prima volta nei concessionari nel 2007.

La Fiat 500 come piccola berlina e lifestyle cabriolet

Con la sua carrozzeria sferica e gli occhioni, il design della Fiat 500
soddisfaceva tutte le condizioni che determinano il successo o il
fallimento nella realizzazione del concetto retrò in tali
serie derivate da modelli storici. Chiaramente era vista come una Fiat
500, anche se la piccola berlina con una lunghezza di circa 3,55 metri
e una larghezza di 1,62 metri era significativamente più
grande rispetto alla classica Fiat 500 di seconda generazione. Per
quanto riguarda la tecnica di costruzione, la Fiat 500 del 2007 ha
condiviso molti elementi con la Panda. Oltre a questo la Fiat 500
doveva, tuttavia, essere percepita come un’alternativa
sportiva nel segmento delle utilitarie. Per questo nel 2009
è stata lanciata una nuova versione della Fiat 500 con tetto
apribile in tessuto. Visivamente quasi un cabriolet, la Fiat 500 con
questo equipaggiamento era comunque vista strutturalmente come una
berlina con tetto apribile.

Le motorizzazioni della Fiat 500

La Fiat 500 è stata offerta dal 2007 prima in due varianti a
benzina, con una potenza di 51 kW (69 CV) e 74 kW (100 CV) con cui la
Fiat 500 raggiungeva i 182 km/h. Come tradizione Fiat il modello di
punta era una Fiat 500 Abarth con motore sportivo che poteva mobilitare
fino a 118 kW (160 CV). In seguito sono stati realizzati due diesel con
1,3 litri di cilindrata che mettevano a disposizione della Fiat 500
fino a 70 kW (95 CV).

Trova su AutoScout24 i prezzi di una Fiat 500 usata o scopri gli annunci di Fiat usate.