Passa al contenuto principale
Causa lavori di manutenzione attualmente la disponibilità di AutoScout24 è limitata. Questo riguarda in particolare funzioni quali i canali di contatto con i venditori, l’accesso o le modifiche ai veicoli in vendita.

FIAT Sedici

Pro
  • Ottima guidabilità
  • Robustezza e praticità
Contro
  • Bagagliaio piccolo
  • Un po’ rumorosa alle alte velocità

FIAT Sedici: dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti

Per entrare per la prima volta nel mondo dei SUV, FIAT ha deciso di farsi aiutare da una Casa che in fatto di fuoristrada e di trazione integrale è sempre stata tra le pioniere e tra i nomi più amati: Suzuki. Forte anche di una collaborazione piuttosto longeva tra FIAT e Suzuki, le due Case hanno progettato un nuovo SUV di dimensioni compatte, dotato di carrozzeria rialzata, interni pratici e anche di trazione integrale. Per Suzuki, il frutto della collaborazione è stata la SX4, mentre per la Casa di Torino è arrivata la FIAT Sedici. Continua a leggere

Modelli alternativi

Il nome enfatizza la presenza della trazione integrale: 4x4, infatti, fa proprio Sedici, no? Oltre a questa piccola nota simpatica, però, FIAT Sedici è una vettura decisamente pragmatica e versatile, dotata di interni e di tanti dettagli di chiara derivazione Suzuki ma anche dei vigorosi motori turbodiesel FIAT, capaci di spingere forte una vettura che non è stata molto fortunata da nuova dopo un iniziale successo almeno in Italia, ma che oggi ha ancora diverse frecce al suo arco.

Scopriamo allora dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti di FIAT Sedici.

Dimensioni FIAT Sedici

Le dimensioni della FIAT Sedici sono:

  • lunghezza 4,11 metri
  • larghezza 1,76 metri
  • altezza 1,62 metri
  • passo 2,50 metri

FIAT Sedici è un SUV di medie dimensioni davvero compatto: per comparazione, la 500X che l’ha sostituita, già di suo non enorme, è più lunga di ben 14 cm arrivando a 4,25 metri. Nonostante questo, però, l’estetica di Sedici è piuttosto possente e interessante, offrendo al SUV italiano uno stile che lo rende visivamente più imponente e aggressivo. Lo stile è realizzato da Italdesign Giugiaro, ed è stato pensato per essere un mix tra un monovolume e un vero SUV. Troviamo quindi un tetto piuttosto alto, importanti superfici vetrate e uno sviluppo verticale importante, ma senza trascurare un design da SUV.

Il frontale, ad esempio, è dominato da una griglia anteriore a nido d’ape piuttosto aggressiva, con la parte bassa del paraurti dotata di protezioni in plastica che poi corrono per tutta la parte bassa dell’auto, dai passaruota alla parte inferiore delle portiere fino in coda, dove troviamo anche uno scudo paracolpi. I fari anteriori sottili ma piuttosto grandi e il parabrezza davvero ampio regalano un frontale piuttosto particolare alla piccola Sedici, che anche grazie ad un posteriore piuttosto massiccio con dei fari squadrati importanti e un grande lunotto risulta più grande di quello che sia in realtà. Concludendo con le dimensioni di FIAT Sedici, la presenza della trazione integrale riduce un bel po’ la capacità del bagagliaio, che tradisce le dimensioni compatte della vettura: il vano di carico ospita infatti solo 270 litri di capacità, pochi di più della più piccola Grande Punto, e aumentabili fino a 1.100 abbattendo i sedili posteriori.

Interni FIAT Sedici

Gli interni di FIAT Sedici hanno ben poco di FIAT e molto di Suzuki. Si vede chiaramente la mano della Casa di Hamamatsu per l’abitacolo, dove infatti spiccano componenti comuni ad altre Suzuki e una qualità costruttiva ottima ma non eccelsa, almeno per i nostri palati europei. Gli assemblaggi, effettuati nella fabbrica Magyar Suzuki di Esztergom, in Ungheria, sono infatti impeccabili, ma le plastiche utilizzate sono dure e lucide, in pieno stile giapponese. Questo rendeva Sedici poco appagante quando era nuova, ma questa soluzione rende i suoi interni ancora belli e ben assemblati oggi, e privi di quel brutto fenomeno di plastiche “appiccicose” che ha colpito tutte le FIAT coeve.

Oltre alle plastiche, però, anche il resto degli interni di FIAT Sedici sono di chiara derivazione Suzuki, a partire dalla consolle centrale con radio MP3 e comandi del clima identici a quelli visti su modelli come Swift e Grand Vitara. Anche il volante è tipicamente Suzuki, come il quadro strumenti, chiaro e facilissimo da leggere in ogni condizione. Lo spazio è poi decisamente interessante soprattutto davanti, mentre dietro si sta comodi in due: in tre, lo spazio è un po’ risicato. Vicino alla leva del cambio troviamo poi il tasto per inserire la trazione integrale, vero plus di questo modello.

fiat-sedici-interior fiat-sedici-seating

Motori FIAT Sedici

Se infatti la gamma motori di FIAT Sedici non dimostra chissà quali guizzi, a rendere speciale il SUV italo-nippo-magiaro è la presenza di una piattaforma sviluppata ad hoc da Suzuki e FIAT per i due modelli, e pensata fin dall’inizio per l’inserimento di un sistema di trazione integrale. Lanciata poi anche con la classica trazione anteriore nel 2008, per i primi anni di produzione FIAT Sedici offre in abbinamento a tutti i motori un sistema di trazione integrale inseribile decisamente interessante, che permette al SUV italiano di comportarsi molto bene anche lontano dall’asfalto.

Grazie ad una piattaforma sviluppata anche per l’utilizzo stradale, però, FIAT Sedici si comporta bene anche sull’asfalto, con una guida disinvolta e decisamente agile anche tra le curve. Tornando alla gamma motori di FIAT Sedici, infine, troviamo quattro propulsori proposti negli 8 anni di carriera. Al lancio, FIAT Sedici era offerta con un motore a benzina, un 1.6 quattro cilindri di produzione Suzuki da 107 CV, e con un motore Diesel, il classico FIAT 1.9 MultiJet 8v da 120 CV. Disponibili rispettivamente con cambio manuale a 5 marce e a 6 marce (non è mai stato offerto un cambio automatico), FIAT Sedici ha ricevuto con il restyling del 2009 due nuovi motori. Il 1.6 aspirato ha guadagnato 13 CV, arrivando a 120 CV, mentre il rumoroso 1.9 ha lasciato spazio al nuovo 2.0 MultiJet, più silenzioso e decisamente più vivace, dotato di 135 CV e 320 Nm di coppia.

Motori FIAT Sedici

Benzina

  • 1.6, 1.6 quattro cilindri aspirato, 107 CV, cambio manuale a 5 marce, trazione anteriore
  • 1.6 4x4, 1.6 quattro cilindri aspirato, 107 CV, cambio manuale a 5 marce, trazione integrale
  • 1.6 16v, 1.6 quattro cilindri aspirato, 120 CV, cambio manuale a 5 marce, trazione anteriore
  • 1.6 16v 4x4, 1.6 quattro cilindri aspirato, 120 CV, cambio manuale a 5 marce, trazione integrale

Diesel

  • 1.9 MultiJet, 1.9 quattro cilindri turbodiesel, 120 CV, cambio manuale a 6 marce, trazione anteriore
  • 1.9 MultiJet 4x4, 1.9 quattro cilindri turbodiesel, 120 CV, cambio manuale a 6 marce, traz. integrale
  • 2.0 MultiJet, 2.0 quattro cilindri turbodiesel, 135 CV, cambio manuale a 6 marce, trazione anteriore
  • 2.0 MultiJet 4x4, 2.0 quattro cilindri turbodiesel, 135 CV, cambio manuale a 6 marce, traz. integrale

Prezzi FIAT Sedici

Al lancio, il listino prezzi di FIAT Sedici partiva da una base decisamente interessante: il prezzo di partenza per la versione 1.6 benzina con trazione integrale e allestimento d’accesso Dynamic era di 19.500 euro. A questo prezzo, Sedici offriva di serie clima manuale, radio CD/MP3, ABS, ESP, fendinebbia, chiusura centralizzata e i vetri elettrici anteriori. Al top della gamma Sedici troviamo invece la 2.0 MultiJet 4x4 in allestimento Experience, il più dotato. Questa versione da 135 CV con trazione integrale era offerta a 25.500 euro, e offriva di serie volante e leva del cambio in pelle, navigatore con connettività Bluetooth, cerchi in lega specifici nonché i vetri posteriori oscurati.

Ma oggi, quali sono i prezzi di FIAT Sedici? Dopo un iniziale successo, Sedici non ha più convinto molto il pubblico, che le ha preferito prima i più pratici monovolume e poi i SUV più moderni, rappresentando uno dei più classici casi di arrivo sul mercato troppo anticipato. Per questo, FIAT Sedici non ha un valore altissimo sul mercato dell’usato, anzi. I primi esemplari, i più venduti, partono da poco meno di 3.000 euro per i 1.9 MultiJet Euro 4, penalizzati dalle limitazioni alle vetture Diesel nelle grandi città, mentre per una 1.6 con trazione integrale bastano meno di 4.500 euro. Per una più moderna 1.6 16v da 120 CV in buone condizioni servono almeno 5.500 euro per un esemplare con trazione integrale, e poco di più per le 4x2, meno assetate. Per una 2.0 MultiJet, invece, bastano meno di 5.000 euro per gli esemplari più chilometrati, mentre per esemplari con omologazione Euro 5B prodotti dopo il 2013 e con pochi km si può arrivare a 7.500/8.500 euro.

FIAT Sedici: concorrenti e conclusioni

Ad oggi, quindi, è più che possibile portarsi a casa con meno di 6.000 euro un SUV con trazione integrale di ottima qualità, uno stile elegante e pulito, interni robusti e assemblati con cura, capace di offrire praticità, versatilità e un’ottima guidabilità ad un prezzo davvero contenuto. Poco compresa da nuova, FIAT Sedici si propone oggi come vettura da tutti i giorni robusta, affidabile e versatile, forte della collaborazione messa in atto con Suzuki dalla quale il SUV italiano ha preso robustezza, affidabilità e l’ottima trazione integrale. Certo, Sedici non è l’auto più spaziosa del mondo, con un bagagliaio che oggi sarebbe sottotono anche su un’utilitaria di Segmento B, gli interni non sono forse i più appaganti al mondo e i consumi sono piuttosto alti con tutti i motori (tranne con il moderno 2.0 MultiJet). Grazie al prezzo d’acquisto contenuto, però, e all’affidabilità dei motori benzina e Diesel ottima, quello che si spende in più in carburante rispetto ai concorrenti FIAT Sedici lo ripaga con robustezza e versatilità.

Arrivata forse un po’ troppo presto sul mercato, oggi FIAT Sedici è diventata un’automobile molto appetibile per chi cerca una vettura robusta, concreta e onesta, capace anche di appagare tra le curve. Spaziosa e agile alla guida, non è la più silenziosa alle alte velocità, soprattutto col rumoroso 1.9 MultiJet, ma sa comunque ripagare con una bella guida e un’ottima abitabilità per quattro persone. Sul mercato dell’usato, ad oggi Sedici è uno dei SUV più economici in circolazione, e deve vedersela con i rivali dell’epoca, non così numerosi come oggi. Oltre al gemello Suzuki SX4, infatti, le concorrenti di FIAT Sedici sono i SUV di piccole dimensioni come Nissan Juke, Daihatsu Terios, DR 5 e i più grandi KIA Sportage, Hyundai Tucson e Dacia Duster.

FAQ

Quanto costa la FIAT Sedici?

Oggi, per portarsi a casa una FIAT Sedici in buone condizioni possono bastare meno di 5.000 euro.

In che anno è uscita la FIAT Sedici?

FIAT Sedici è uscita sul mercato nel 2005, per poi essere prodotta fino al 2014.

Quanto è lunga la FIAT Sedici?

FIAT Sedici è molto più compatta di quanto sembri a prima vista: il SUV italiano è infatti lungo solamente 4,11 metri, ben 14 cm in meno della successiva FIAT 500X.

Recensioni dei veicoli FIAT Sedici

6 Recensioni

4,0