Definizione e utilizzo

Il reach Stacker è chiamato anche impilatore a sbraccio o Gru semovente frontale ed è in grado di spostare le unità di carico sia verticalmente che orizzontalmente, da fermo. Un reach stacker è un'attrezzatura idonea per movimentare i Container all'interno dei terminal aeroportuali; si tratta di un veicolo su ruote utilizzato per la movimentazione e lo stoccaggio di container in piccoli terminal o in porti di medie dimensioni.
Un reach stacker è in grado di movimentare un carico molto rapidamente lungo brevi distanze e di impilare i container in file secondo le necessità logistiche. Queste gru semoventi hanno ottenuto un grande consenso da parte degli utilizzatori professionali, che hanno la necessità di movimentare velocemente interi container, grazie alla grande flessibilità di utilizzo e alla capacità di accatastamento che consente di raggiungere anche altezze notevoli, permettendo una capacità di stoccaggio molto superiore a quella ottenibile con i carrelli elevatori.
Utilizzando un reach stacker, infatti, i container possono essere accatastati a blocchi di quattro, semplicemente creando una seconda fila di accesso. Esistono anche impilatori a sbraccio destinati unicamente alla movimentazione di container vuoti.


Caratteristiche salienti

Le caratteristiche dei modelli di ultima generazione comprendono: differenti capacità di sollevamento in seconda fila; basso consumo di carburante; connessione GSM per controllo remoto; manipolazione di semirimorchi e Casse mobili di ultima generazione; stabilizzatori di terzo livello per abbassare la pressione al suolo. Alcune aziende produttrici offrono soluzioni di impilatori a sbraccio personalizzati per i vari settori.
Oltre ai settori di usuale destinazione, come porti e terminal intermodali, i reach stacker trovano oggi ampio utilizzo anche nel settore siderurgico, in quello dell'energia eolica, nucleare, della produzione petrolifera e dell'estrazione del gas.


Le ultime novità per il settore "reach stacker"

I successi in questo settore riguardano in particolare una scelta accurata dei componenti e l'impiego di motori efficienti dal punto di vista del consumo di carburante, in grado di rilasciare coppie elevate anche a bassi regimi; a questo si aggiunge l'introduzione di sistemi idraulici con rilevamento del carico e l'utilizzo di pompe a pistoni a portata variabile.Nel 2013 Konecranes ha introdotto sul mercato un nuovo tipo di reach stacker ibrido, in grado di movimentare container di 45 tonnellate e di consentire un risparmio di carburante pari a 10 litri ogni ora. Tra i produttori di reach stacker più noti rammentiamo: Konecranes, CVS Ferrari, Fantuzzi, Kalmar, Hyster, Linde, Terex.


Torna su