Oltre 120 anni di onorata storia: Schmitz Cargobull

Schmitz Cargobull è un’impresa che nasce nel 1892 ad Altenberge, in Germania, dall’iniziativa di Melchior Schmitz. L’azienda ha sempre investito in innovazione per offrire ai propri clienti prodotti al passo con i tempi e dotati di tecnologie e comodità irrinunciabili. Nel 1935 vengono prodotti i primi semirimorchi e veicoli furgonati, mentre il successo ottenuto ha permesso, nei decenni successivi, l’apertura di nuovi stabilimenti produttivi, fra i quali uno in Gran Bretagna, nel 1991, e quello di Saragozza, in Spagna, nel 2002, senza dimenticare i vari nuovi impianti tedeschi. Oltre ai classici telai e rimorchi, da oltre sessant’anni Schmitz Cargobull è specializzata nella costruzione di veicoli refrigerati, settore nel quale si afferma come leader in Europa. A tale proposito, dalla prima carrozzeria isotermica del 1950, l’azienda ha introdotto innovazioni importanti quali guide di fissaggio del carico integrate sin dal 1981, carico variabile a due piani, piano scorrevole silenzioso in alluminio, lamiera “a chicco di grano” dal 1993, freni a disco dal 1996 e autotelaio brevettato Rotos dal 1998.

Schmitz Cargobull: massima robustezza e capienza per ogni tipo di carico

L’offerta sul mercato dell’usato della gamma Schmitz Cargobull è ampia e versatile. Per chi avesse bisogno di un semplice autotelaio intercambiabile, ve ne sono molti modelli, con numero variabile di assi, disponibili anche ravvicinati. Solitamente sono dotati di freni a disco con dispositivo antibloccaggio ABS: modello molto diffuso e assai riuscito di tale tipologia è l’AFW 18, con sospensioni ad aria, mentre lo ZWF 18 è la versione ad assi ravvicinati. Non mancano, per utilizzi differenti, Rimorchi con cassone ribaltabile a tre lati, semirimorchi a pianale e telonati per il trasporto merci con swap. Fra i numerosi mezzi Schmitz Cargobull sono immancabili i rinomati rimorchi refrigerati come il celebre modello Kühlkoffer, preziosi partner per il trasporto di merci che necessitano di una conservazione a temperature fredde, dotati di pianale in alluminio e muniti, negli ultimi anni, nei veicoli Multi Temp, di incasso nell’espanso delle linee del refrigerante nell’isolamento del tetto.
Torna su