Fiat Station wagon - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Fiat Station wagon

Fiat 1100 e Topolino Giardiniera: la nascita della familiare

La storia delle Fiat Station wagon parte da lontano, ed esattamente dal 1946, quando nell'industria di Vittorino Viotti si diede forma all'automobile funzionale, ovvero alla Fiat 1100, la prima Giardinetta della storia. Alla 1100 seguì, nel 1948, la Topolino Giardiniera, altra familiare che cercava di unire lo stile Fiat alla funzionalità di un mezzo che doveva essere pratico e comodo. In realtà i consumatori, inizialmente, furono molto restii a recepire le novità, evitando l'acquisto di una vettura che si avvicinava ancora troppo all'aspetto di un'ambulanza o peggio, di un carro funebre. Reperire, oggi, uno dei primi veicoli che rappresentano la genesi delle vetture familiari è estremamente difficile, vetture che non possono essere considerate semplicemente auto usate, bensì pezzi di storia autentica da custodire gelosamente.

Fiat station wagon: il boom degli anni 90

L'accoglienza tiepida delle vetture a carattere familiare, spinse Fiat ad abbandonare il terreno delle weekend per un lunghissimo periodo, infatti, le prime Fiat station wagon che lasceranno gli stabilimenti del brand italiano compariranno solo alla metà degli anni '80, quando saranno immesse sul mercato le versioni multiwagon dei modelli Regata e Duna. Il vero boom arriva negli anni '90, quando sempre più consumatori decidono di rivolgersi al mondo delle familiari Fiat. Le Fiat Station wagon di questo periodo sono la trasposizione della versione berlina nel formato Panorama, pertanto, i modelli che godono di queste caratteristiche sono numerosi dalla Tempra, che sostituiva la Regata, alla Stilo, alla Croma, alla Marea e alla Palio. Le differenze fra l'una e l'altra versione erano legate innanzitutto al design esteriore, e agli allestimenti più o meno accessoriati. Ciascuno di questi modelli, soprattutto in Italia, ha scritto la storia delle Fiat station wagon e resta tutt'ora reperibile sul mercato delle auto usate, a sottolineare la solidità di un motore e di una carrozzeria che hanno tutte le caratteristiche del miglior Made in Italy.

Fiat station wagon: il XXI secolo è Freemont

La station wagon attualmente in produzione in casa Fiat, è la Freemont. Freemont vuole essere la soluzione per eccellenza dedicata alle famiglie: il design è accattivante, segnato dalla presenza di fari anteriori che mostrano la fierezza tecnologica di un'auto che chi chiude con gruppi ottici a led. Anche gli interni hanno come unico obiettivo il comfort, grazie ad una plancia ultra tecnologica, alla presenza del climatizzatore tri-zona e di sedili contenitori entro cui si possono riporre diversi oggetti. L'abbattimento di tutti i sedili produce 1461 litri di capacità disponibile ad accogliere qualsiasi merce, che può essere trasportata durante un unico viaggio. I sedili alle spalle di quelli di guidatore e passeggero presentano i Child Booster integrati. Al design e al comfort corrisponde una grande attenzione alla sicurezza, come Freemont ha saputo dimostrare al crash test dell'Euro NCAP guadagnando le 5 stelle. Le motorizzazioni sono varie e rispondono a molteplici esigenze: sono disponibili due propulsori multijet 2.0 di seconda generazione, il primo in grado di erogare 140 CV il secondo 170, ed un propulsore a benzina da 280 CV; tutti i motori sono accoppiati ad un cambio a 6 marce con trazione anteriore. Se i Freemont, sono disponibili come auto nuove, usate o a Km 0, tutte le versioni precedenti sono reperibili solo sul mercato delle auto usate, dove restano le vetture più cercate, per affidabilità, comfort e longevità segnata dalla robustezza Made in Italy.